giovedì, Dicembre 2, 2021
Home > Italia > Il premier Conte silura Siri. Salvini: “Mi sfidi sulle tasse”

Il premier Conte silura Siri. Salvini: “Mi sfidi sulle tasse”

salvini

Il premier Conte ha deciso. Nel prossimo Consiglio dei Ministri proporra’ la revoca del Sottosegretario leghista Siri, indagato per corruzione con l’accusa di aver ricevuto 30mila euro per aver agevolato la costruzione di impianti eolici da parte di aziende vicine a Vito Nicastri, da un anno agli arresti domiciliari. Conte chiede al Movimento Cinque Stelle di non cantare vittoria, ma precisa: “Le dimissioni si danno o non si danno. Dimissioni future non hanno senso”.

Salvini e’ furioso, ma non attacca e si limita a dire: “Mi dovranno spiegare”. Nel frattempo aggiunge a margine di un comizio elettorale a Fidenza: “Mi occupo di tasse, sicurezza e droga. Non ho tempo per beghe e polemiche, chiedetelo a Conte io non commento nulla, io lavoro”. Alla domanda sui giornali che parlano di una sfida del premier a Salvini, il ministro dell’Interno replica così: “Conte mi sfidi sulle tasse, non sulla fantasia”.

E rilancia: “Non solo controllo dei confini e lotta all’immigrazione clandestina, ma anche un impegno comune sulla riduzione delle tasse e l’aumento degli stipendi. In Ungheria le tasse su imprese e società sono scese al 9%, quelle sulle persone fisiche al 15%. Lavoro, stipendi ed economia volano (+5% nel 2018). FLAT TAX per imprese e famiglie SUBITO, anche in Italia. Il resto è noia”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net