giovedì, maggio 23, 2019
Home > Marche > Nas, tre cliniche di medicina estetica nel mirino tra Ancona e Firenze: sequestrati anche farmaci scaduti

Nas, tre cliniche di medicina estetica nel mirino tra Ancona e Firenze: sequestrati anche farmaci scaduti

< img src="https://www.la-notizia.net/nas" alt="nas"

Nas, cliniche di medicina estetica nel mirino. A conclusione di specifici accertamenti a contrasto dell’abusivismo nel settore sanitario, sono state individuate tre cliniche di medicina estetica tra Ancona e Firenze nelle quali venivano erogate prestazioni di chirurgia estetica invasiva superando le limitazioni imposte dalle concessioni autorizzative dell’Autorità sanitaria, non applicando le linee guida di corretta pratica clinica oppure svolgendo interventi in sedazione profonda, determinando, in alcuni casi, lesioni ai pazienti. Nei medesimi contesti, i NAS hanno eseguito sequestri di farmaci (anestetici o di esclusivo uso ospedaliero) anche scaduti, apparecchiature mediche (elettrocoagulatori) e documentazione clinica relativa alle prestazioni eseguite. Le risultanze hanno determinato il sequestro preventivo di una struttura, l’emissione di un provvedimento di cessazione dell’attività medica per un secondo centro ed il deferimento all’Autorità giudiziaria per 4 medici chirurghi.

Il monitoraggio è stato eseguito su scala nazionale dai carabinieri del Nas con l’ispezione di 607 studi professionali medici, ambulatori e poliambulatori, che hanno determinato l’accertamento di irregolarità in 172 strutture (pari al 28% degli obiettivi controllati). L’attenzione dei Carabinieri dei NAS ha riguardato tutti gli aspetti del delicato comparto,
con particolare riferimento all’idoneità delle strutture (autorizzazioni, requisiti igienicostrutturali), il possesso di titoli abilitativi in relazione alle diverse specializzazioni, la sicurezza nei luoghi di lavoro (adeguatezza dei sistemi antincendio, corretta applicazione della normativa sul fumo), la corretta custodia e somministrazione dei medicinali, senza escludere il regolare funzionamento delle apparecchiature medico-diagnostiche e lo smaltimento dei rifiuti sanitari.

Complessivamente sono state contestate 341 violazioni penali ed amministrative, deferendo all’Autorità Giudiziaria 222 medici e professionisti nel settore sanitario, mentre ulteriori 77 sono stati sanzionati per infrazioni amministrative, per un ammontare di 193 mila euro. Gli interventi dei NAS hanno altresì determinato il sequestro di 1.915 confezioni di medicinali scaduti di validità o defustellati e svariate apparecchiature e dispositivi medici non regolari, per un valore stimato in oltre 103 mila euro.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: