martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Marche > Sussurri & Grida, di Maurizio Verdenelli – La mareggiata

Sussurri & Grida, di Maurizio Verdenelli – La mareggiata

sussurri

Sussurri & Grida – La mareggiata

di Maurizio Verdenelli

“C’e’ un capitano! C’e’ solo un capitano!”, ritmava ogni volta sugli spalti dell’Olimpico la movida giallorossa all’ingresso di Francesco Totti, l’ottavo re di Roma. Cosi nel Maceratese e piu’ in generale nelle Marche, con l’esclusione del ‘baluardo’ Ancona, senza il Capitano Matteo Salvini non c’e’ stato il bis alle amministrative del risultato-tsunami delle Europee. Con il Carroccio in provincia di Macerata, gia’ Vandea bianca poi roccaforte PD, al 40% dappertutto con punte al 50%  Anzi al 52% a Treia dove e’ stato sconfitto il vice capitano leghista, il treiese On.le Patassini. L’ex presidente della Provincia, ex consigliere regionale e sindaco uscente, Franco Capponi, ha sconfitto Pd e il Carroccio con esponenti politici locali, giovani ma con esperienza consiliare. “Qui la Lega non passa” ha proclamato l’anti Alberto da Giussano, orgogliosamente dalle mura che videro prigioniero Corradino.
Della mareggiata europeista e’ rimasto poco nei 38 comuni maceratesi. Altra cosa se il candidato sindaco ogni volta si fosse chiamato Salvini. Ma la Lega e’ chiaramente in cerca di radici. Un po’ come Forza Italia, che al primo apparire di Berlusconi ebbe nel Maceratese un effetto di trascinamento politico senza rispondenza sulle prime a livello amministrativo. Ci vollero alcuni anni perche’ Forza Italia entrasse nei palazzi del potere comunale.
Per adesso la Lega si deve accontentare di Matelica – nella citta’ di Enrico Mattei la Primavera del giovane sindaco Alessandro Delpriori e’ durata solo 5 anni – dell’incerto ballottaggio a Recanati con Simone Simonacci opposto al vicesindaco uscente Antonio Bravi con le insegne di Francesco Fiordomo, giornalista prestato da dieci anni alla politica. Sconfitte cocenti per il Carroccio oltre che a Treia del leader Patassini, a Cingoli dove il sen. Filippo Saltamartini e’ riuscito ad imporre la propria continuita’ e ad Appignano.
 Per FdI  bel successo a Potenza Picena al primo turno di Noemi Tartabini,  erede dell’on. Francesco Acquaroli, candidato votatissimo alle Europee. Sulla riva potentina la mareggiata della destra ha resistito nell’uno-due delle urne, domenica scorsa.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net