sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Marche > Luca Traini, fissato il processo di Appello

Luca Traini, fissato il processo di Appello

macerata

di Elisa Cinquepalmi

Macerata – È stato fissato per il 26 settembre il processo d’appello per Luca Traini. Il trentenne maceratese, che il 3 ottobre 2018 è stato condannato a 12 anni e oggi si trova nel carcere di Montacuto, si dovrà presentare davanti ai giudici della Corte d’Assise d’appello di Ancona.

Era il 3 febbraio 2018, quando Traini, dopo l’ennesima notizia riguardante l’efferato omicidio della 18enne romana, Pamela Mastropietro, invece di dedicarsi alla sua routine giornaliera, ha deciso in stato di choc di salire nella sua vettura, un’Alfa 147 nera e di farsi giustizia da solo, ferendo con la sua Glock sei persone di colore. Inoltre, sono finiti nel suo mirino la sede del PD di Macerata, una discoteca presente a Sforzacosta e la vetrina di un bar a Pollenza.

Attimi di paura per Macerata ed i suoi cittadini, che sono terminati intorno le 13.00, quando il giovane si consegnò spontaneamente alle Forze dell’Ordine davanti al Monumento dei Caduti.

Il suo legale, l’avvocato Giancarlo Giulianelli, che attendeva il processo d’appello dal giorno della sentenza, ha presentato ai giudici le carte dove vengono contestati il reato di strage, l’odio razziale (che come l’imputato dichiarò nella sua lettera di pentimento, non fu motivo del folle gesto), la capacità di intendere e volere ed infine, la mancata concessione degli attenuanti generici. Grande attesa anche per l’udienza davanti la Corte di Cassazione per la misura cautelare. Durante il dibattimento, che si svolgerà il 12 luglio prossimo la difesa richiederà ai giudici gli arresti domiciliari, per il momento respinti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net