venerdì, Ottobre 22, 2021
Home > Marche > “Ciao Stefano, ultimo cavaliere dell’ideale”. Cannelli, il commosso ricordo di un amico

“Ciao Stefano, ultimo cavaliere dell’ideale”. Cannelli, il commosso ricordo di un amico

< img src="https://www.la-notizia.net/stefano" alt="stefano"
ASCOLI PICENO –  Stanotte la  triste notizia che temevamo di ricevere da qualche tempo purtroppo è giunta: Stefano Cannelli ci ha lasciato.
“Tremar dovesse la terra sotto 
Il tuo gagliardo passo d’ardito, 
Tu va’ sicuro con il tuo motto: 
Non ho tradito! 
Se l’ira cieca, se l’odio tetro, 
Al tuo passare ti segna a dito, 
Rispondi senza guardare indietro: 
Non ho tradito!”
Le parole della poesia del Capitano Gino Bonola scritte nell’inferno del campo di internamento di Coltano definiscono appieno le idee, il carattere, i valori di Stefano.
Chi come noi lo ha conosciuto nei lunghi anni del suo impegno sindacale e politico non poteva non apprezzarne la purezza ideale, la coerenza, la forza d’animo e ci consoliamo della sua scomparsa ripensando alla intensità ed alla passione con cui ha vissuto.
Dalla parte degli Italliani sempre e comunque ha percorso un lungo e difficile cammino, illuminato dal riverbero di quella fiamma che non hai mai lasciato spegnere ed impugnando quel tricolore che non mai lasciato cadere.
Stefano è stato in ogni giorno della sua vita un guerriero indomabile a difesa dei propri scomodi ideali in questi tempi di grigio e triste opportunismo e lascia in tutti quello che lo hanno conosciuto un grande vuoto.
E lo vogliamo ricordare con le parole di commiato di Gandalf il Grigio, pronunciate all’atto dello scioglimento della Compagnia dell’Anello:
NON  VI DIRO’ NON PIANGETE, PERCHE’ NON TUTTE LE LACRIME SONO UN MALE.
Ciao Stefano”.
Questo il ricordo ed il tributo di uno degli amici di Stefano Cannelli, Gian Andrea Tombolini.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net