venerdì, Ottobre 15, 2021
Home > Marche > Appello per Luca Traini. Il legale Giulianelli chiede la riduzione della pena

Appello per Luca Traini. Il legale Giulianelli chiede la riduzione della pena

< img src="https://www.la-notizia.net/luca-traini.jpg" alt="luca traini"

Si celebra questa mattina, al Palazzo di Giustizia ad Ancona presso la Corte d’Appello delle Marche, il processo bis contro Luca Traini, il 30enne tolentinare che il 3 febbraio 2018, per vendicare la morte di Pamela Mastropietro, si rese protagonista del raid razzista a Macerata.
Quella mattina, Traini era a bordo della sua auto, un’ Alfa 147 nera, si stava dirigendo in palestra, quando apprese della presenza a palazzo di Giustizia di innocent Oseghale, accusato della miorte di Pamela Mastropietro, poi condannato il 29 Maggio scorso alla pena dell’ergastolo.
A quel punto, il 30enne, preso dall’ira, tornò nella sua abitazione per prendere la pistola, una Glock e la bandiera italiana.
Con tutta velocità si diresse poi a Macerata colpendo sei persone di colore, infrangendo vetrine, tra le quali quella della sede del PD,  in via Spalato .
Una mattinata di panico  conclusa intorno le 13, quando Traini, davanti al Monumento dei Caduti si arrese alle Forze dell’Ordine.

Traini, assistito dall’avvocato Giancarlo Giulianelli, in Corte d’Assise ha chiesto il rito abbreviato ed il 3 ottobre 2018 la Corte di Macerata lo ha condannato a12 anni di reclusione da scontare alcarcere di Montacuto.
Oggi il legale di Traini chiederà alla Corte d’Appello una riduzione della pena per insussistenza di strage ed odio razziale.
Durante i primi mesi di carcere, Traini è stato seguito dallo psichiatra Massimo Picozzi, che, nella sua perizia, consegnata alla Corte d’Assise di Macerata il 14 Agosto 2018, ha sottolineato come l’imputato sia capace di intendere e volere.
Ancora oggi Traini si dichiara pentito del folle gesto, ribadendo che non è stato compiuto a scopo razziale.

Elisa Cinquepalmi