sabato, Ottobre 24, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “GUERRA FREDDA: LA STORIA” del 9 ottobre alle 21.10 su RAI STORIA: il Muro

Anticipazioni per “GUERRA FREDDA: LA STORIA” del 9 ottobre alle 21.10 su RAI STORIA: il Muro

Anticipazioni per “GUERRA FREDDA: LA STORIA” del 9 ottobre alle 21.10 su RAI STORIA: il Muro

Risultati immagini per guerra fredda rai storia

Dalla sconfitta di Hitler alla caduta del Muro di Berlino. Una pagina di storia, europea e mondiale, che si apre e si chiude negli stessi luoghi, e che coincide con l’epoca della cosiddetta Guerra Fredda. È il lungo secondo dopoguerra raccontato da “Guerra Fredda, la storia”, una miniserie di produzione tedesca, in onda in prima visione mercoledì 9 ottobre alle 21.10 su Rai Storia. La contrapposizione tra due superpotenze, Stati Uniti e Unione Sovietica, e due blocchi – prima alleati nella lotta contro il nazifascismo, e poi quasi subito rivali e nemici – è soprattutto una guerra di ideologie: da una parte il capitalismo e la democrazia, dall’altra il comunismo. Il primo episodio ripercorre gli eventi di tre decenni, dalla primavera del 1945 alla fine degli anni ’60. Una lunga carrellata, che si sofferma particolarmente sulla Germania post-bellica – e sui due stati in cui sarà divisa, ma non solo – con protagonisti come Truman e Stalin, Adenauer e Ulbricht, Kennedy e Krusciov, e le interviste a testimoni, piccoli e grandi, di quell’epoca. Passando dalla Conferenza di Potsdam al Blocco di Berlino, dalla Guerra di Corea alla costruzione del Muro di Berlino, con la Crisi dei Missili a Cuba il mondo prende consapevolezza di quanto la contrapposizione dei due blocchi possa sfociare in una guerra aperta, che la corsa agli armamenti nucleari renderebbe catastrofica. L’episodio si conclude con lo sbarco americano sulla Luna, l’evento che determina l’esito della corsa allo spazio tra Usa e Urss.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *