venerdì, Ottobre 30, 2020
Home > Marche > Cupra Marittima, grande festa per i 60 anni di Di Fiore Forni

Cupra Marittima, grande festa per i 60 anni di Di Fiore Forni

< img src="https://www.la-notizia.net/cupra" alt="cupra"

CUPRA MARITTIMA (AP) – Una delle storiche realtà imprenditoriali del Piceno, testimone indiscussa della miglior espressione del Made in Italy in tutto il mondo, ha compiuto sessantanni e come regalo di compleanno si è concessa un importante investimento realizzando una nuova ala del loro stabilimento produttivo. La festa vera e propria, cui in un’intera giornata hanno preso parte centinaia e centinaia di persone, tra cui il sindaco di Cupramarittima, si è svolta nei giorni scorsi e vi ha preso parte anche il primo operaio in ordine di tempo, oggi ultranovantenne, che ha contribuito al suo grande sviluppo.

Si tratta di Di Fiore Forni azienda che mosse i suoi primi passi nella metà degli anni ’50. In quegli anni, il suo fondatore, Ernesto di Fiore, dotato di particolare inventiva e manualità riguardo alla costruzione in cemento armato, creava e iniziava a costruire i suoi primi forni prefabbricati. “Costruiti nel laboratorio artigianale sotto la propria abitazione i primi forni furono venduti alle famiglie locali. Si dimostrarono fin da subito, rispetto alle vecchie strutture in mattoni, facili da montare, economici, funzionali e soprattutto cuocevano ottimamente pane, pizza e un’infinità di alimenti. Nella metà degli anni 60 sorgevano sulla riviera Adriatica le prime pizzerie con forno a legna e la ditta Di Fiore costruì, anche con l’aiuto degli stessi pizzaioli, un modello di forno adatto per questo particolare utilizzo. Dal successo di questi forni e dalle continue richieste di acquisto i figli di Ernesto, Giorgio, purtroppo tristemente scomparso qualche anno fa, e Alessandro, costruirono nel ’74 un nuovo stabilimento ed iniziarono una produzione in serie. “In base all’esperienza maturata nel corso degli anni, il nostro forno – ha riferito Alessandro Di Fiore – si è evoluto in primo luogo migliorando la qualità del refrattario utilizzato, poi fornendo al cliente un forno pronto all’uso, infine un forno con alimentazione a gas a controllo automatico della temperatura.

Oggi con ai vertici dell’azienda anche i miei nipoti Mike e Manuele, figli del mio compianto fratello Giorgio, i nostri forni sono sinonimo di qualità ed economia, apprezzati in tutto il mondo, fanno conoscere la bontà e la genuinità della vera pizza italiana cotta con il forno a legna”. La Di Fiore forni produce forni a legna professionali, forni per pizzerie, forni rotanti, forni per panifici. Forni con bruciatori a gas. Vendita bruciatore a gas per forno già esistenti. Il forno a legna Di Fiore è famoso in tutto il mondo per la sua qualità e per le sue finiture e può essere usato da chiunque per cucinare svariate pietanze. Il forno, costruito con i migliori refrattari ed isolati con materiali ecologici, certificato con il marchio CE e rispettante largamente le normative anti inquinamento vigenti in Europa, è prefabbricato e quindi facile da montare e trasportare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *