sabato, Ottobre 31, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “PASSAGGIO a NORD OVEST” con Alberto Angela del 9 novembre alle 15 su RAI 1: il muro di Berlino

Anticipazioni per “PASSAGGIO a NORD OVEST” con Alberto Angela del 9 novembre alle 15 su RAI 1: il muro di Berlino

passaggio a nord ovest
Anticipazioni per “PASSAGGIO a NORD OVEST” con Alberto Angela del 9 novembre alle 15 su RAI 1: il muro di Berlino Risultati immagini per il muro di berlino rai Passaggio a nord ovest, il programma ideato e condotto da Alberto Angela, in onda sabato 9 novembre alle 15 su Rai1, partirà per una lunga esplorazione in continenti lontani, in remote epoche della storia e farà assistere a fenomeni naturali spettacolari. Cosa si mangiava a Pompei prima dell’eruzione? Per scoprirlo, si andrà, insieme ad Alberto Angela, nel Laboratorio di Ricerche Applicate che si trova all’interno degli scavi archeologici di Pompei, dove vengono analizzati reperti appena ritrovati. A distanza di 2000 anni, si vedrà come si sono conservati alimenti di uso comune per la vita dell’epoca, come il grano, il farro o i datteri. Attraverso documenti storici e testimonianze dirette dei protagonisti, si racconterà la storia del muro di Berlino, nato nella notte tra il 12 e il 13 agosto del 1961. Un evento che ha separato il mondo e l’Europa in due blocchi fino al suo abbattimento, avvenuto 28 anni dopo. Inoltre, grazie ad una complessa ricostruzione grafica in HD, si conoscerà la conformazione delle due barriere che dividevano la Germania dell’Est dalla Germania dell’Ovest, fino al 1989. La prima è la più nota, ovvero il Muro di Berlino. Ma ce n’era un’altra, ancora più estesa e altrettanto munita e sorvegliata. Era la frontiera che divideva i due stati. In particolare, la ricostruzione virtuale porta lungo il tratto di Hötensleben, un villaggio quasi inglobato nella struttura di protezione allestita dalle autorità della Germania Orientale, essenzialmente per evitare le fughe verso l’ovest. Ogni anno, in occasione dell’ultima luna, la più grande città del nord della Thailandia, Chiang Mai, si trasforma in un centro spirituale. La città, soprannominata “la città dei 300 templi”, accoglie per 3 giorni migliaia di visitatori da tutto il mondo per un evento chiamato Yi Peng. In questa occasione vengono rilasciate migliaia di lanterne, che illuminano il cielo notturno della città. La magia che si sprigiona simboleggia la serenità e il benessere ritrovato, precetto tipico della filosofia buddista.
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *