venerdì, Ottobre 30, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “PROVINCIA CAPITALE” del 24 novembre alle 10.30 su RAI 3: visita a Potenza

Anticipazioni per “PROVINCIA CAPITALE” del 24 novembre alle 10.30 su RAI 3: visita a Potenza

provincia capitale brescia
Anticipazioni per “PROVINCIA CAPITALE” del 24 novembre alle 10.30 su RAI 3: visita a Potenza
Risultati immagini per potenza basilicata rai
Il basilisco, mortale re dei serpenti, perenne ombra e simbolo della Basilicata: basilischi sono i mafiosi lucani, “I basilischi” è il film sulla Lucania di Lina Wertmüller e serpenti paiono anche le antiche scala in pietra e le moderne scale mobili che percorrono il capoluogo più alto d’Italia, mentre un serpentone e una nave sono i simboli del rione Cocuzzo. Edoardo Camurri e il giornalista Massimo Brancati, nuovo capo della redazione di Potenza de “La Gazzetta di Basilicata”, inseguono l’enorme rettile per le vie e le scale di Potenza nella nuova puntata di “Provincia Capitale”, il programma di Rai Cultura in onda domenica 24 novembre alle 10.30 Rai3 e lunedì 25 novembre alle 23.15 su Rai Storia. Gerardo Sassano, architetto paesaggista, racconta la storia del Serpentone, un edificio di oltre mezzo chilometro che ha dato il nome a tutto il rione Cocuzzo, e della Nave, un tentativo di riqualificazione incompiuto che ora le associazioni rionali vogliono recuperare. Dei serpentoni lunghissimi sono anche i titoli dei libri – come “Storia controversa dell’inarrestabile fortuna del vino Aglianico nel mondo” – di Gaetano Cappelli, uno dei pochi potentini di successo rimasto a vivere nella città natale. Non ha fatto la stessa scelta Ruggero Deodato, regista e romano d’adozione che ha sconvolto il mondo con il film “Cannibal Holocaust”, talmente realistico e violento che la leggenda vuole fosse tutto vero, persone massacrate comprese. A Potenza, invece, sono rimasti Antonio La Cava, che fa il bibliotecario ambulante in sella a un’Apecar prestando libri usati ai ragazzi nel quartiere Bucaletto, nato dopo il terremoto del 1980, e Pierluigi Argoneto, ingegnere, ricercatore, divulgatore della scienza della Basilicata, autore di libri sui personaggi di scienza lucani.
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *