venerdì, Novembre 27, 2020
Home > Italia > Genova sott’acqua, il Comitato per gli Immigrati: “Vicini ai Liguri. La città si è sempre rialzata, risorgerà di nuovo”

Genova sott’acqua, il Comitato per gli Immigrati: “Vicini ai Liguri. La città si è sempre rialzata, risorgerà di nuovo”

genova

Liguria – Genova è stata inondata dalla pioggia torrenziale che ha colpito la città provocando strade allagate, frane ed esondazioni. E’ ancora allerta rossa. Questa notte è stato lo scirocco a salvare la città da una nuova apocalisse. Ma i danni non si contano e ora si dovrà iniziare a spalare il fango. E’ intervenuta ieri, rappresentando lo stato drammatico della prima notte di maltempo, la Presidentessa del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” Aleksandra Matikj:

«A Genova siamo in una situazione davvero critica, è stata una notte da incubo: le strade si sono trasformate nei fiumi in piena, i sottopassaggi sono stati inondati, diverse palazzine sono state isolate a causa delle frane… è preoccupante perché, in poche ore, questa città è caduta in ginocchio. Il clima sta diventando insostenibile anche a Savona, sta peggiorando anche nell’entroterra del TigullioAlla Spezia la situazione è altresì impressionante per la velocità con la quale gli eventi stanno avvenendo. 

Nel pomeriggio sono state previste addirittura forti mareggiate con onde alte di 6 metri. Però la Liguria si è sempre rialzata, dopo tutte le disgrazie che l’hanno colpita e non soltanto dal punto di vista climatico: basta ricordare come anche l’anno scorso Genova si è ripresa a seguito del crollo del ponte MorandiVogliamo esprimere la nostra Solidarietà e la vicinanza a tutta la regione invitando in primis tutti di ripararsi in luoghi sicuri ma se oggi parliamo è anche per dare la nostra disponibilità ad aiutare, di nuovo. 

Questa da sempre è stata una regione che ha benevolmente accolto i Migranti, per cui anche noi ora ci siamo per le nostre sorelle ed i fratelli Liguri: chi potrà accolga chi è sfollato, aiutiamo nel servizio civile, per salvare le vite umane. Perché sono le situazioni come queste che dovrebbero tenerci tutti uniti, essendo simili a quelle che, sì, ricordano del perché si scappa dai propri Paesi ma anche che ora è questa la terra che va difesa e protetta. Auspichiamo che questi tragici eventi possano portare la Regione Liguria a prendere i dovuti provvedimenti futuri per mettere in salvo il territorio al meglio. Oggi il nostro pensiero di sostegno va anche a Venezia, una città storica e di un estimabile valore unico che molto probabilmente, se fosse stata riparata in tempo con i dovuti progetti come “Il MO.S.E.”, non si sarebbe trovata allagata come nelle peggiori delle apocalissi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *