giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Marche > Successo per “Ascolana, tenera e gustosa oliva” con molte curiosità

Successo per “Ascolana, tenera e gustosa oliva” con molte curiosità

oliva

ASCOLI – Riscontri positivi, in termini di partecipanti ma anche di interesse destato, per l’iniziativa “Ascolana, tenera e gustosa oliva” che è stata organizzata dall’Unione Sportiva Acli Marche nell’ambito del progetto “Sport senza età”.

La manifestazione è stata realizzata col patrocinio dell’amministrazione comunale, col sostegno dell’Asur Marche, della Fondazione Cassa di risparmio di Ascoli Piceno, di Susan G. Komen Onlus e di Coop Alleanza 3.0 ed ha visto la partecipazione dell’assessore al turismo del Comune di Ascoli Piceno Monica Acciarri e delle consigliere comunali Micaela Girardi e Laura Trontini, rispettivamente presidente della settima e terza commissione consiliare.

“Il percorso attraversato – ha detto la guida turistica Valentina Carradori che ha predisposto quello che è stato un vero e proprio tour cittadino – è partito da Corso Mazzini, all’incrocio del cardo e del decumano di epoca romana, spiegando ai partecipanti il tratto della Salaria, principale arteria commerciale legata al sale. Ma tale via di collegamento era importante per il trasporto di quelli che erano prodotti gastronomici che provenivano da Ascoli e venivano portati a Roma, tra cui le olive picene, apprezzatissime dai romani. L’antico macellum, nell’area archeologica del Palazzo dei capitani del popolo, era luogo di vendita di derrate alimentari, tra cui le olive stesse che costituivano un prodotto importante protagonista ai banchetti dell’antica Roma”.

Grande riscontro per l’iniziativa “Ascolana, tenera e gustosa oliva”

Nel corso dell’iniziativa il gruppo dei podisti si è recato nel quartiere della Piazzarola, vicino alla chiesa di Sant’Angelo Magno, perché li gli olivetani, monaci benedettini, hanno dato un importante incremento alla coltivazione degli alberi di olivo, predispondendo anche un procedimento di deamarizzazione delle olive che ancora oggi viene praticato. Su Lungo Castellano, poi, tuttora è evidente l’antica Rua Frantoia, che portava alla Cartiera Papale, dove nel 1800 esisteva un frantoio idraulico, espressione dello sviluppo industriale conosciuto dalle olive ascolane. Non è mancato poi l’attraversamento di via Trieste, durante il quale si è parlato dell’architetto Vincenzo Pilotti che fece assaggiare a Giacomo Puccini le “colossali olive”. Il tour si è poi concluso in Piazza del Popolo dove si è parlato di Giuseppe Garibaldi, che tentò di coltivare le piantine di olivo del territorio ascolano a Caprera, senza buoni risultati. Sempre in Piazza del Popolo si è fatto riferimento al Caffè Meletti ed alle riunioni del “senato” con l’importante opera di Marini che è stato colui che ha portato avanti importanti studi sulla ricetta delle olive farcite e fritte che nasce nel 1700. Per finire, in Piazza Arringo da Migliori, c’è stata una dimostrazione della preparazione dell’olive fritta all’ascolana.

Per informazioni sulle prossime attività del progetto “Sport senza età” si possono consultare il sito www.usaclimarche.com o la pagina facebook dell’Unione Sportiva Acli Marche

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *