mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Abruzzo > Rifondazione Comunista torna in piazza a Teramo

Rifondazione Comunista torna in piazza a Teramo

rifondazione comunista

Riceviamo e pubblichiamo: Nella mattinata odierna il Circolo di Teramo del Partito della Rifondazione Comunista / Sinistra Europea, ha allestito un gazebo in Largo S.Matteo a Teramo. Finalmente, dopo due precedenti divieti, il Comune di Teramo ha concesso al nostro Partito l’autorizzazione a poter effettuare attività politica durante il mercato settimanale del sabato mattina, in uno spazio adeguato e visibile, dove poter incontrare i cittadini.

A tal proposito ringraziamo in primis gli organi d’informazione che hanno dato voce alle nostre precedenti proteste. Porgiamo altresì il nostro plauso al Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto che è intervenuto personalmente nei giorni scorsi, per sbloccare la problematica che si era verificata con gli Uffici Comunali e ridare a tutti i partiti spazi idonei e realmente frequentati dove poter esercitare il loro diritto costituzionale di propaganda politica, come è sempre avvenuto nella storia di Teramo degli ultimi decenni.

Rifondazione Comunista è scesa in piazza per propagandare la nostra campagna nazionale sui temi sociali.

Finora dal governo Conte su pensioni, lavoro e diritti si è vista solo continuità con le politiche dei governi precedenti. Il Pd, come dimostra la vicenda Mes, rimane disciplinatamente allineato con l’ordoliberismo dell’Unione Europea, per non parlare dei suoi scissionisti di destra.

Rifondazione Comunista sostiene:

– la cancellazione della legge Fornero e l’introduzione del diritto alla pensione per tutti entro i 62 anni, in età più bassa le donne in relazione al lavoro di cura prestato
-abolizione del Jobs Act e di tutte le altre norme che hanno precarizzato il lavoro e reintroduzione dell’articolo 18
-introduzione del salario minimo orario di 9 euro a tutte/i, estensione di un vero reddito minimo garantito,
-un piano nazionale per la creazione di un milione e mezzo di posti di lavoro nella riconversione ambientale e sociale dell’economia, nella manutenzione e messa in sicurezza del territorio, nella riqualificazione dello stato sociale, della scuola, della sanità e dei servizi pubblici attraverso piani d’investimento mirati, assunzioni dirette nel pubblico, riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario.
A partire da queste proposte Rifondazione comunista fa appello a tutte e tutti per rilanciare le lotte unificando in una grande coalizione sociale tutte le forze che in questi anni si sono battute contro le politiche neoliberiste che hanno sottratto diritti e impoverito milioni di lavoratrici e lavoratori, cittadine e cittadini. La destra si ferma solo se si propone una prospettiva di cambiamento reale.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA – SINISTRA EUROPEA

                               CIRCOLO DI TERAMO

                  “E.V.Orsini – R.Di Giovannantonio”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *