giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Lazio > Case popolari a Cori: tutto pronto per l’inizio dei lavori

Case popolari a Cori: tutto pronto per l’inizio dei lavori

cori

CORI – Completati i passaggi amministrativi e sbloccato il finanziamento regionale, ora l’ATER Latina può aprire il cantiere per la costruzione del nuovo complesso residenziale di edilizia pubblica in zona Insito.

Dopo l’ultimo passaggio in Consiglio comunale – approvazione nella seduta del 27 dicembre del permesso a costruire in deroga per gli alloggi popolari – nel 2020 l’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale Pubblica della provincia di Latina potrà aprire a Cori il cantiere per la realizzazione di 15 case popolari, da destinare ad altrettanti nuclei familiari non in grado di accedere alla locazione di abitazioni nel libero mercato ed iscritti nella graduatoria di riferimento, aggiornata semestralmente.

Il nuovo edificio di edilizia residenziale pubblica sorgerà in via Alfonso Carrillo a Cori

Il nuovo edificio di edilizia residenziale pubblica sorgerà in via Alfonso Carrillo, già contrada Insito, finanziato dalla Regione Lazio. La struttura è ideata in modo tale da garantire estetica, confort, funzionalità e sicurezza, in accordo ai più moderni standard di E.R.P. e nel pieno rispetto della dignità della persona. Si tratta di uno stabile all’avanguardia ed eco-compatibile, sia dal punto di vista del risparmio energetico, derivante dall’impiego di energie alternative, che per l’armonico inserimento nell’impianto urbanistico circostante.

“Un progetto avviato dalla giunta di Tommaso Conti dieci anni fa. Ora finalmente, dopo che la Regione Lazio ha sbloccato il finanziamento all’ATER di Latina, inizieranno i lavori per la realizzazione di 15 alloggi popolari. Un’opportunità per dare un aiuto concreto a chi è in difficoltà e un bel messaggio che la politica dà verso la costruzione di una comunità più equa e solidale” – spiegano il Sindaco Mauro De Lillis, l’Assessore ai Lavori Pubblici Ennio Afilani e la delegata all’assetto urbanistico Elisa Massotti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *