venerdì, Ottobre 30, 2020
Home > Italia > Fondi destinati all’emergenza Xylella, Arenare (Sinlai):”Bellanova deve spiegazioni agli agricoltori pugliesi”

Fondi destinati all’emergenza Xylella, Arenare (Sinlai):”Bellanova deve spiegazioni agli agricoltori pugliesi”

fondi

E’ di pochi giorni la notizia dell’accusa, da parte di alcuni parlamentari dell’opposizione, nei confronti del Ministro Bellanova, di voler spostare i fondi (40 milioni di euro), destinati all’emergenza Xylella, verso  Il Gal, cioè un gruppo di azione locale che riunisce imprenditori, sindacati, imprese, enti locali per promuovere le potenzialità di un territorio; e verso Dajs che è il “Distretto di qualità Jonico Salentino” e ha più o meno la stessa funzione del GAL. Il problema, oltre alla mancata erogazione dei fondi per gli agricoltori pugliesi, sta nel fatto che il Presidente del GAL è Cosimo Durante, segretario particolare proprio del Ministro Bellanova.

Sulla questione è intervenuto il Segretario Nazionale del Sinlai – Lega della Terra Valerio Arenare: ”E’ una situazione assurda che speriamo venga chiarita rapidamente e, soprattutto, auspichiamo che questi fondi siano destinati agli agricoltori e non a gruppi d’azione inutili che nascondono solo interessi economici e politici dei soliti pochi. Il Ministro Bellanova afferma, in risposta alle accuse dell’opposizione, che la decisione di destinare i fondi a GAL e DAJS fosse precedente al suo insediamento e che il piano approvato nel febbraio 2019, firmato dal ministro Centinaio e frutto di concertazione, già prevedeva interventi attuati attraverso i Gal e fondi nazionali per il contratto di distretto Xylella, rinveniente peraltro in parte dall’ ultima legge di bilancio del Governo Gentiloni.

Arenare: “I fondi devono andare agli agricoltori che stanno soffrendo”

A noi sinceramente interessa poco se questo dirottamento è opera sua o di Centinaio, ci interessa solo che gli agricoltori non vengano presi per l’ennesima volta in giro dall’ennesimo governo incapace e incompetente. I fondi devono andare agli agricoltori che stanno soffrendo a causa della crisi economica e della Xylella, ed è dovere del ministero dell’agricoltura provvedere a questo. Ci sono famiglie che hanno perso tutto in Puglia, questo sarebbe l’ennesimo, inaccettabile, tradimento nei loro confronti.”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *