giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Marche > Capodanno nelle Marche: che cosa fare, dove andare

Capodanno nelle Marche: che cosa fare, dove andare

capodanno

In questo articolo ti proponiamo la miglior selezione di eventi per il tuo Capodanno 2020 nelle Marche e le idee più interessanti su cosa fare nell’ultima notte dell’anno sul territorio marchigiano.

“CERTE NOTTI” AL MIA CLUBBING DI PORTO RECANATI

Capodanno al Mia Clubbing

A Porto Recanati sorge una location completamente rinnovata in ogni ambiente, un concetto diverso e innovativo all’insegna del divertimento per il mondo della notte. La nuova struttura (ex Lola) sarà, anche in occasione del Capodanno 2020, una location unica e sorprendente con suoni, luci e colori all’avanguardia. Ancora più innovativo è il Mia Show Restaurant con il nuovo format Cena Spettacolo, ispirato ai migliori locali di Miami.

Qui torna a prendere vita, come ogni anno, il Capodanno! Il Mia Clubbing organizza una festa per la notte di San Silvestro davvero unica, con il nuovo format CERTE NOTTI! Si tratta di una novità: un party che ripercorrerà i migliori momenti della musica italiana. La musica sarà la protagonista di tutta la serata, prima e dopo cena!

PREZZI DEL GRAN CENONE AL MIA CLUBBING

  • Gran Cenone di Carne servito al Mia Clubbing + Ingresso Discoteca:  80,00€
  • Gran Cenone di Carne servito al Mia Clubbing + Tavolo in Discoteca: 120,00€
  • Gran Cenone di Pesce servito al Mia Show Restaurant + Ingresso Discoteca: 90,00€
  • Gran Cenone di Pesce servito al Mia Show Restaurant + Tavolo in Discoteca: 130,00€

I tavoli del cenone situati nell’area disco saranno tenuti a disposizione fino alle ore 00:15. Il ristorante aprirà dalle ore 20.00. I prezzi dei tavoli in discoteca cambiano a seconda delle zone e vanno dai 50€ agli 80€.

INFO E PRENOTAZIONI

Per maggiori informazioni e prenotazioni della serata, contatta il numero 071-7592754 oppure scrivi una mail a info@mia-portorecanati.com

Per maggiori informazioni sulla serata visita il nostro articolo dedicato al Capodanno al Mia Clubbing.

APPIGNANO DEL TRONTO: LA PROCESSIONE DELL’ANNO VECCHIO

Da dove cominciare per trascorrere il Capodanno 2020 all’insegna dell’originalità e del divertimento? La prima idea per trascorrere il Capodanno nelle Marche è dedicata alla suggestiva “processione dell’anno vecchio”, che si svolge ogni anno ad Appignano del Tronto. Insoliti personaggi vestiti con abiti specifici per l’occasione, inscenano una sorta di funerale per l’anno che se ne va, accompagnandolo con un curioso corteo funebre.

Sembrerebbe un evento dall’aria triste ma è tutt’altro! Le vie sono addobbate con luminarie per l’occasione, la banda scandisce i tempi della marcia, le persone del corteo portano fiori e corone fino al culmine del corteo, che si conclude con un rogo e i fuochi pirotecnici. Per maggiori info su questo insuale evento di fine anno, leggi l’articolo dedicato alla Processione dell’Anno Vecchio.

CAPODANNO A FANO SULLE TRACCE DEI MALATESTA

Una delle località più rinomate della regione è Fano, nota per la bellezza del paesaggio marittimo nonché per il suo Carnevale. La pittoresca cittadina non si smentisce in inverno e a Capodanno organizza un evento storico che si rifà ai Malatesta e al periodo del Medioevo.

Il pacchetto proposto da Villa Rinalducci prevede tre giorni di divertimento. Si arriva il 30 dicembre 2019 per partecipare la sera alla cena con delitto, con gioco organizzato in squadre, molto coinvolgente.

Il 31 dicembre è prevista la visita guidata alla città di Fano, con pranzo libero, visto l’imbarazzo della scelta nei tanti locali della città. Al rientro dopo un po’ di shopping, sarà possibile seguire una interessante convention sui Malatesta e sul periodo che li ha visti protagonisti.

A seguire i grandi preparativi per il gran Cenone!

Il 1° gennaio 2020 sarà possibile organizzarsi con calma per il rientro, visto il check out previsto per le 13:00 e la colazione disponibile fino alle 12:00.

CAPODANNO AD ANCONA

La suggestiva posizione della città offre ai turisti una vasta scelta di cenoni tra cui trovare quello preferito. Gli amanti del pesce infatti hanno la possibilità di prenotare in uno dei tanti ristoranti della costa e per chi invece preferisce carne e affettati, basterà spostarsi in centro città.

Ancona però è ricca anche di mercatini natalizi illuminati e ricchi di prelibatezze gastronomiche tipiche del luogo: per chi preferisce intrattenersi in strada, è possibile degustare dell’ottimo street food. La serata si anima in Piazza del Plebiscito, che fa da cornice a musicisti e artisti travolgenti e di grande bravura.

Dopo la mezzanotte, la città offre l’imbarazzo della scelta per proseguire i festeggiamenti. Discoteche, festa in spiaggia da organizzare tra amici, musei aperti, pista di pattinaggio e ruota panoramica.

CAPODANNO A PESARO

La splendida cittadina si trova tra due colline e presenta un centro storico davvero interessante da visitare. Come ogni anno verrà organizzato un concerto in piazza del Popolo, con inizio alle 20.30 fino alla mezzanotte. Per chi lo gradisce, è possibile partecipare alla grande cena di solidarietà che comincia sempre in piazza alle ore 20, ovviamente in una tensostruttura riscaldata, apprezzando il valore delle piccole cose con chi è meno fortunato nella sua vita di tutti i giorni.

Fonte: https://www.eventicapodanno.com/capodanno-marche/

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *