mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Mondo > ANCELOTTI-MANIA: un modello italiano di successo in Inghilterra, dove il calcio lo hanno inventato

ANCELOTTI-MANIA: un modello italiano di successo in Inghilterra, dove il calcio lo hanno inventato

ANCELOTTI MANIA: un modello tutto italiano che riappare in Premier League ,da chi il calcio lo ha inventato

In questi giorni il calcio italiano, che da oltre una dozzina di anni ha perso il fasto che lo contraddistingueva fin dai primi anni ’80 come il campionato di calcio più bello del mondo, si gode la sosta natalizia che si protrarrà fino all’ Epifania

Nel frattempo in Inghilterra dopo il tradizionale “boxing day” di santo Stefano il campionato di calcio della Premier League prosegue la sua corsa, ed oggi – dopo la sfida all’ora di pranzo fra il Brighton che ha affrontato in casa la quotata compagine londinese del Chesea guidata discretamente fino ad ora dall’amatissimo Lampard conclusasi 1 a 1 – tornerà in campo anche il già amatissimo Carletto Ancelotti.

Già amatissimo dopo appena 2 partite vinte sulla panchina della più antica squadra calcistica di Liverpool, l’Everton, fondato nel 1878 ben 14 anni prima dei campioni del mondo del Liverpool che prende appunto il nome dal quartiere al centro della città inglese.

L’ ex tecnico del Napoli ha già conquistato tutti i tifosi con due belle vittorie e già si parla di ANCELOTTI-MANIA soprattutto per i ripetuti e impetuosi cori a osannare il bel gioco espresso dall’Everton in soli due matches.

Ricordiamo che la Premier League nacque nel 1992 quando le 22 squadre affiliate alla First Division (massima serie del campionato locale dal 1888) si separarono, in blocco, dalla Football League per la volontà di contrattare autonomamente i diritti televisivi e di sponsorizzazione, e non più attraverso i due enti esistenti (l’altro era la Football Association).

Si riuscì, di fatto, a contenere la spaccatura in quanto il nuovo campionato fu integrato nella struttura già esistente: venne però posto al di fuori dell’egida della Football League, le cui serie scesero da 4 a 3. Non mutò invece il formato della competizione.

Nella sua storia l’Everton ha vinto ben 9 campionati inglesi (foto: 1891 il primo) , cinque FA Cup, nove Charity Shield e una Coppe delle Coppe (1984-1985); è inoltre il club che vanta il maggior numero di partecipazioni (117) alle 121 edizioni complessive del massimo campionato inglese.

Oggi alle 18:30 a Manchester la terza partita di Ancelotti a tentare di strappare un punto al fortissimo City di Pepe Guardiola che vuole risalire dall’attuale terzo posto in classifica a un solo punto dal Leicester che vinse recentemente la Premier League ancora con un tecnico italiano.. Claudio Ranieri.

I Citizens sono temibilissimi nel loro stadio di Manchester, ed hanno vinto 16 delle ultime 19 partite casalinghe di Premier League, segnando 2 o più gol in 14 occasioni. Gli ‘Sky Blues’ rimangono anche il miglior attacco del campionato, avendo segnato una media di 2,7 gol a partita.

Contro l’Everton ha vinto quattro scontri diretti consecutivi, con un margine di due gol. L’Everton ora sotto l’effetto della ANCELOTTI -MANIA è imbattuto da cinque partite (3 vittorie, 2 pareggi) ed ha subito solo tre gol nel corso di questo ciclo, mantenendo due volte la porta inviolata.

Dopo la seconda vittoria dell’era Ancelotti la squadra è salita al decimo posto in campionato, ribaltando un trend fortemente negativo registrato prima dell’arrivo di Carletto in panchina.

Le cinque sconfitte subite dopo aver chiuso i primi tempi delle partite in parità sono il record negativo più alto della Premier League.

Sette delle dieci trasferte dell’Everton in Premier League hanno visto almeno un gol entro il 25° minuto, ma il 50% dei gol in quelle partite sono arrivati nel secondo tempo, con l’Everton che ha visto una differenza reti negativa abissale nella ripresa (appena 3 goal fatti contro i ben 12 subiti).

I giocatori da tenere d’occhio nella sfida di oggi sono da una parte Kevin de Bruyne dei Citizens che ha recentemente segnato il suo terzo gol nelle ultime quattro giornate e dall’altra Dominic Calvert-Lewin dell’Everton che ne ha siglati ben cinque nelle ultime cinque partite di campionato.

Theo Walcott che rientra da un infortunio verrà probabilmente messo in campo da Carletto nel secondo tempo per tentare magari un colpaccio che avrebbe del sensazionale.

A chiudere il turno di campionato sarà stasera il big match Arsenal – Manchester United.

R.D. Leo