mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home > Marche > Le Marche green e la nuova ciclovia del Tronto: verso un turismo ecosostenibile

Le Marche green e la nuova ciclovia del Tronto: verso un turismo ecosostenibile

ciclovia

ASCOLI PICENO – Il Presidente della Regione Marche coadiuvato dalla vice Anna Casini e dal Presidente della provincia Sergio Fabiani, ha presentato la ciclovia del Tronto, 1 delle 13 ciclovie delle Marche, un progetto importante , il cui investimento economico è stimato in 7,5 min di euro.

La ciclovia del Tronto, dal punto di vista infrastrutturale, si collega con le direttrici trasversali verso i comuni interessati al percorso, immettendendosi nella rete delle ciclovie presenti nelle Marche con ben 800 km ciclabili e integrandosi nel circuito di quella adriatica, attraverso il coinvolgimento delle strutture di ricezione turistica, i bike-hotel e con la rete ferroviaria, grazie ai nuovi treni, che prevedono il trasporto gratuito delle bici.

La ciclovia adriatica, che incrementa lo sviluppo di un nuovo sistema di mobilità dolce, fruibile e sicura, con il tratto della ciclovia del Tronto, ha il pregio di unire il mare alla montagna. In un percorso di 60 km, di cui 20 già esistenti, da Ascoli Piceno a San Benedetto del Tronto, con una pendenza media dell’1,2%, unisce 9 comuni, oltre quelli già citati, Monteprandone, Monsampolo del Tronto, Spinetoli, Colli del Tronto, Maltignano, Collonnella, Acquasanta Terme.

L’opera infrastrutturale percorre la sponda del fiume Tronto e attraversa aree di elevato pregio ambientale, paesaggistico, architettonico e aree con itinerario ciclopedonale all’interno del centro storico, con la possibilità di diventare uno snodo importante per raggiungere nuovi luoghi di interesse turistico. Il Presidente Luca Ceriscioli ha manifestato la propria soddisfazione: le Marche stanno percorrendo la strada del turismo sostenibile e la vocazione green è un fiore all’occhiello che ci distingue sempre di più. Fondamentale inoltre la nuova sferzata all’economia della Regione, data dallo sviluppo e il consolidamento di tutte quelle attività economiche che ruotano intorno al “ bike “, come i bikehotel, e il bike sharing, fino al battesimo di nuove figure professionali come gli accompagnatori cicloturistici.

Anna Maria Cecchini

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net