giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Italia > Allarme Coronavirus Italia: stato d’emergenza di 6 mesi, Borelli commissario

Allarme Coronavirus Italia: stato d’emergenza di 6 mesi, Borelli commissario

presidente

di Anna Maria Cecchini

Allarme Coronavirus: Il Consiglio dei ministri per la prima volta ha decretato lo stato d’emergenza, (non era accaduto neanche in occasione della Sars), della durata di 6 mesi, stanziando 5 milioni di euro. Il Premier Giuseppe Conte ai giornalisti : “Abbiamo avuto una riunione al Comitato della Protezione Civile, il Ministro della Salute Speranza ha nominato il Professore Angelo Borelli, già capo Dipartimento della Protezione Civile, commissario per l’emergenza. La situazione è sotto controllo e gli italiani possono condurre una vita normale. Continueremo a monitorare, la situazione della coppia ricoverata allo Spallanzani “.

Alle critiche provenienti dal mondo politico, di non aver considerato l’emergenza coronavirus in maniera tempestiva, Conte risponde che razionalmente la decisione del Consiglio dei Ministri è successiva a quella dell’Oms, di dichiarare l’emergenza sanitaria mondiale. In qualità di commissario straordinario, Angelo Borelli dovrà definire gli interventi, coordinare le varie amministrazioni coinvolte e gestire i 5 milioni di euro stanziati dal Consiglio dei ministri.

Borelli ha già iniziato a ideare un piano d’intervento che prevede la possibilità di requisire hotel o strutture ricettive per sistemare le centinaia di turisti cinesi, sono circa 500 le persone bloccate solo negli aeroporti romani, presenti nel nostro territorio, che devono essere rimpatriati, visto il blocco dei voli attuato. Al commissario spetta il compito di sopraintendere e coordinare, i vari soggetti coinvolti nella partita, per contrastare la diffusione del Coronavirus : ministeri, enti, Regioni, Asl. A breve sarà firmata l’ordinanza con la sua nomina e verranno resi di pubblico dominio: l’indicazione della struttura commissariale che lo ospiterà, lo stanziamento di 5 milioni previsto per fronteggiare la prima fase dell’emergenza e la definizione dei tempi di presentazione del Piano d’intervento con le misure specifiche da adottare.

Per risolvere il problema emergente del rimpatrio delle migliaia di cinesi, che si trovano in Italia e non possono tornare a casa a causa dello stop dei voli, l’ordinanza nominerà soggetto attuatore Enac e Farnesina, in modo da poter gestire, al momento opportuno il programma delle partenze. Da decidere le modalità con cui espletare i controlli in porti, stazioni ed aeroporti e le aeree nei terminal da dedicare agli screening sanitari, l’eventuale blocco provenienti da altri Paesi, il protocollo da seguire quando arrivano passeggeri dalla Cina e per chi fa scali intermedi.

Aggiornamenti quotidiani alle ore 12:00 dallo Spallanzani: il Direttore divisione malattie infettive Emanuele Nicastri durante la conferenza stampa di giovedì ha reso pubblico il primo bollettino medico della coppia, ricoverata da mercoledì. La donna di 65 anni presenterebbe un iniziale interessamento interstiziale, congiuntivite e febbricola. L’uomo di 66 anni, un interessamento polmonare più pronunciato, febbre, tosse, astenia. In generale le loro condizioni sono discrete. Ricoverati altri 32 pazienti. Di 12 persone, che hanno manifestato i primi sintomi da contagio, italiani, cinesi ed europei, conosceremo nelle prossime ore i risultati dei test. Gli altri 20, in condizioni asintomatiche, sono i cittadini venuti a contatto con la coppia, tra cui il manutentore dell’albergo in cui alloggiavano e l’autista del pullman.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net