lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film d’autore stasera in TV: “ARMAGEDDON – GIUDIZIO FINALE” domenica 2 febbraio 2020

Il film d’autore stasera in TV: “ARMAGEDDON – GIUDIZIO FINALE” domenica 2 febbraio 2020

film armageddon

Il film d’autore stasera in TV: “ARMAGEDDON – GIUDIZIO FINALE” domenica 2 febbraio 2020 alle 21:15 su PARAMOUNT Network (Canale 27)

Armageddon.png

Armageddon – Giudizio finale (Armageddon) è un film del 1998 diretto da Michael Bay con Bruce WillisBen Affleck e Liv Tyler. Negli Stati Uniti uscì il 1º luglio del 1998, mentre nelle sale italiane arrivò il 4 settembre dello stesso anno.

È stato distribuito nei cinema circa due mesi dopo un altro film di fantascienza che tratta un argomento identico, Deep Impact.

Il direttore della N.A.S.A. Dan Truman entra in stato di allerta quando un’improvvisa pioggia di meteoriti distrugge lo Space Shuttle Atlantis in orbita attorno alla Terra, insieme al satellite che gli astronauti stavano riparando. In seguito delle meteore cadono su un’area che va dalla Finlandia alla costa orientale degli Stati Uniti, distruggendo anche una parte di New York.

Ben presto gli scienziati scoprono che un enorme asteroide, della grandezza dello Stato del Texas, si dirige verso la Terra e la colpirà entro 18 giorni con conseguenze catastrofiche. L’unica soluzione è trivellare l’asteroide e poi farlo saltare con una bomba nucleare collocata al suo interno. Per l’incarico Truman recluta e addestra l’esperto di trivellazione petrolifera Harry Stamper e i suoi uomini, tra cui il giovane A.J. Quest’ultimo non ha buoni rapporti con Harry perché innamorato di sua figlia Grace. La rischiosa missione vede degli Shuttle modificati (X-71) chiamati Independence e Freedom partire per raggiungere l’asteroide. A.J. prima di partire insieme ai compagni chiede a Grace se vuole sposarlo, mettendole la fede al dito. Grace accetta con gioia. Harry non tollera tale cosa e ne vuole discutere con A.J. al ritorno dalla missione. I compagni di Harry, essendo Grace cresciuta insieme a loro, sentono un po’ tutti un sentimento paterno nei suoi confronti, cercando infine di convincere Harry che mentre loro trivellavano petrolio in giro per il mondo, Grace era ormai cresciuta, e che ora è libera di scegliere la propria strada. Harry però non tollera che Grace dopo tanto tempo abbia come fidanzato un trivellatore come loro e dice che meriterebbe molto di più dalla vita.

Una volta nello spazio, raggiungono una stazione spaziale russa dove li aspetta l’eccentrico cosmonauta Lev Andropov. A.J. scende nella sala motori ma, a causa di un malfunzionamento, scoppia un incendio. Gli altri membri del gruppo decidono di lasciar morire Lev e A.J. L’unico che non si rassegna è Harry, che viene fermato da Rockhound. Tramite i sistemi di aerazione, Lev e A.J. sopravvivono salendo in tempo sull’Independence poco prima che salti tutto in aria. Arrivati vicino all’asteroide, i due shuttle si trovano investiti dai detriti; i sistemi automatici di guida cercano di schivarli, ma un masso gigante si schianta sulla coda dell’Independence, danneggiando anche un motore. Ormai senza controllo, il veicolo spaziale viene colpito da un altro detrito che finisce col distruggere il finestrino. L’Independence precipita quindi sull’asteroide e gli unici sopravvissuti saranno Bear, Lev e A.J.

Contemporaneamente il secondo shuttle riesce ad atterrare, ma non nella zona prevista. Infatti, come viene spiegato da Rockhound, si trovano in una zona in cui il terreno contiene moltissima ferrite compressa, che interferisce anche sulle comunicazioni radio. Dopo qualche problema tecnico durante la trivellazione e con il rischio di non poterlo più fare dalla terra, a causa dei problemi con le comunicazioni, il Generale Kimsey attiva la testata nucleare per farla esplodere in superficie mentre nello spazio Harry, Chick, Sharp e Gruber hanno una violenta discussione, ma alla fine uniscono le loro forze e disattivano la bomba. I problemi non finiscono qui: Rockhound, colpito da demenza spaziale, usa un mitragliatore per il gusto di provarlo, rischiando di uccidere i membri del gruppo; inoltre Max, che stava continuando la trivellazione, si trova nei guai a causa di una sacca di idrogeno e, nonostante i tentativi di Harry per salvarlo, l’uomo perde la vita nell’esplosione del mezzo trivellatore (l’Armadillo). Senza i mezzi per continuare le operazioni, i superstiti informano la Terra che la missione è fallita: la notizia scatena disordini in varie città del mondo. In loro soccorso arrivano però a sorpresa Lev, Bear e A.J. che, nonostante varie peripezie, sono riusciti a raggiungere il resto del gruppo e a portare con loro l’altro Armadillo.

Rockhound viene legato sull’astronave affinché non combini altri guai e A.J. si mette subito al lavoro; con grande caparbietà, riesce ad arrivare agli 800 piedi (corrispondenti a circa 244 metri) di profondità che servono affinché la bomba riesca a spezzare in due l’asteroide. I componenti della missione, però, non hanno neppure il tempo di gioire: mentre A.J. cerca di liberare il buco da un tubo incastrato, una serie di esplosioni di idrogeno frantuma alcune zone dell’asteroide e uno dei frammenti colpisce e uccide Gruber. Inoltre si scopre che il detonatore dell’ordigno è danneggiato e qualcuno dovrà restare per farlo esplodere manualmente. Per evitare discussioni, si tira a sorte e il prescelto alla fine è proprio A.J. Harry lo accompagna, ma, approfittando di una distrazione del giovane, gli strappa il tubo dell’ossigeno, gli strappa di mano il detonatore e lo rimanda sullo shuttle: Harry prende quindi il posto di A.J. Prima di separarsi, Harry raccomanda A.J. di prendersi cura di sua figlia, sostenendo di averlo sempre considerato come un figlio e che sarà felice che entrambi si sposino. Mentre l’equipaggio dello Shuttle si prepara per il decollo, dà l’ultimo e struggente saluto alla figlia. Nonostante qualche problema, risolto in modo piuttosto comico da Lev, lo shuttle riesce a decollare, mentre sull’asteroide si manifestano altre esplosioni d’idrogeno, segno che ormai esso sta per raggiungere la Terra; queste raggiungono Harry, che viene sballottato e ferito, tuttavia, a una manciata di secondi dalla fine, riesce a far esplodere la bomba, salvando la Terra. L’esplosione rimbomba su tutta la Terra e, risplendendo nel cielo, è il segno della riuscita di Harry.

Regia di Michael Bay.

Con Bruce WillisBen Affleck e Liv Tyler

Fonte: WIKIPEDIA