mercoledì, 1 Aprile, 2020
Home > Italia > Conte: “Chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado fino al 5 marzo”. Ma è una fake

Conte: “Chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado fino al 5 marzo”. Ma è una fake

covid

Avevamo ricevuto la seguente comunicazione: “Il Presidente del Consiglio Conte Giuseppe dispone la chiusura di tutte le scuole d’Italia di ogni grado e ordine per la grave e allarmante situazione che incombe sulla nostra nazione. Al fine di tutelare la salute nazionale e degli studenti fino al 5 marzo 2020 le scuole di ogni grado e ordine saranno chiuse. A breve la disposizione ufficiale sul sito del ministero”. Ma, come sempre, e come è giusto che sia, abbiamo atteso conferma.

Precisiamo che in merito alla gestione del coronavirus, il Ministero dell’Istruzione aveva raccomandato caldamente di non prendere in considerazione alcuna notizia riguardante le scuole che non provenga o sia confermata da fonti ufficiali.

“Ogni indicazione relativa al settore scuola – si legge sul sito – verrà resa pubblica dal Ministero dell’Istruzione, tramite i propri canali istituzionali e i canali social. È importante che ognuno faccia la propria parte per evitare la circolazione di notizie e voci infondate o non verificate”.

Per quanto ci riguarda ci siamo premurati di verificare la fondatezza o meno della notizia che ci è pervenuta.

Anche perchè siamo stati messi al corrente del fatto che stanno circolando Fake News sulla ipotetica chiusura delle scuole. Quindi, per sapere qualcosa di più sicuro, abbiamo atteso l’esito della riunione tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e le Regioni. Ed è arrivata la smentita.

“La Presidenza del Consiglio – scrive Giuseppe Conte su Facebook – smentisce le notizie che stanno circolando in queste ore su una presunta chiusura, per decisione del Presidente Giuseppe Conte, di tutte le scuole di ogni ordine e grado. Le decisioni e le misure adottate dal governo vengono comunicate esclusivamente attraverso i canali e le fonti ufficiali, alle quali si prega di far riferimento”. Quindi si trattava di una falsa notizia. Come accennato questa mattina, ci sembrava una notizia non del tutto attendibile. Ci scusiamo per gli utenti se questo abbia potuto arrecare qualche disagio. Purtroppo la notizia è stata fatta circolare attraverso canali ritenuti “attendibili”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *