domenica, Ottobre 25, 2020
Home > Lazio > Sanità, Policlinico Umberto I, la Cisl Fp diffida la direzione generale

Sanità, Policlinico Umberto I, la Cisl Fp diffida la direzione generale

policlinico

Sanità, Policlinico Umberto I, la Cisl Fp diffida la direzione generale
Fusco (Cisl Fp): “Su assunzioni, produttività e contrattazione integrativa dall’azienda nessun confronto. Sarà mobilitazione”

Roma – “Su assunzioni, produttività e contrattazione integrativa dall’azienda nessun confronto. Nonostante i tanti, troppi solleciti, la direzione generale continua ad adottare unilateralmente provvedimenti e delibere su materie di esclusiva competenza delle contrattazione integrativa, senza alcun rispetto per le relazioni sindacali e in pieno spregio dei diritti dei lavoratori”.

La Cisl Fp Roma Capitale Rieti ha recapitato ai vertici aziendali del Policlinico un atto ufficiale di diffida per denunciare la condotta “scorretta” del management dell’Umberto I.

“Il personale sanitario, tecnico e amministrativo sta facendo il massimo, soprattutto in questa fase drammatica di epidemia da coronavirus, per garantire cure e assistenza adeguati alle persone”, attacca Giovanni Fusco segretario territoriale della Cisl Fp capitolina.

“Ma il Policlinico balla pericolosamente sull’orlo della paralisi e questa gestione sconsiderata dell’azienda rischia di far precipitare tutto. Così non si può andare avanti. Serve riconoscimento per i dipendenti e riorganizzazione dei servizi. E questo si può fare solo insieme ai lavoratori e ai loro rappresentanti, condividendo gli obiettivi, le soluzioni e le scelte”.

“Chiediamo il rispetto degli accordi sottoscritti e l’immediata riapertura del tavolo di trattativa su organici, salario accessorio e organizzazione del lavoro”, conclude Fusco. “La diffida è solo il primo passo. Se la direzione generale proseguirà nella sua inerzia, siamo pronti ad intraprendere tutte le azioni sindacali e legali a tutela dei lavoratori e delle prestazioni ai cittadini”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *