sabato, Luglio 2, 2022
Home > Marche > Ascoli Piceno, il dramma di un padre separato: vive in auto, niente figli

Ascoli Piceno, il dramma di un padre separato: vive in auto, niente figli

ascoli

ASCOLI PICENO – Un dispositivo di tribunale gli darebbe il diritto di vedere i propri figli tutti i giorni, dalle 18.00 alle 20.00. Ma la disposizione viene puntualmente disattesa. Ieri si è fatto forza ed ha inviato un sms alla ex: “Vengo a prendere i miei figli”. Si è presentato sotto casa, ha suonato il citofono senza ricevere risposta alcuna. Quindi ha raggiunto telefonicamente la ex moglie, dicendole che stava aspettando di poter vedere i ragazzi. La risposta che ha ricevuto è stata lapidaria: “Hanno da fare”.

L’uomo, 59 anni, residente sulla costa, in provincia di Ascoli Piceno, dopo la separazione dalla moglie, e’ andato inizialmente a vivere in roulotte. A lui è ancora attualmente intestata la casa popolare occupata ora dalla ex coniuge e dai figli della coppia. Non c’è per questo possibilità che gli sia assegnato un nuovo alloggio dal Comune di riferimento. Nell’arco degli ultimi mesi, si sono poi verificate circostanze che lo hanno indotto ad abbandonare anche quell’alloggio temporaneo su quattro ruote. Parliamo di minacce ricevute da parte di persone non identificate, mai viste in faccia, di cui ha udito solo la voce: “Ancora qua stai, la pagherai”.

“Vattene, ti conviene”.  “Presumo si tratti  – ha dichiarato il 59enne – di qualcuno che abiti qui intorno, ma non riesco ad immaginare chi possa essere”. Attualmente vive quindi in auto. Una situazione che va avanti da troppo tempo con grande sofferenza da parte dell’uomo, che ama profondamente la propria famiglia. Si tratta di una persona che non ha precedenti penali, a carico del quale non sussitono accuse di violenza o maltrattamenti in famiglia, a cui viene semplicemente negato il diritto di essere padre a tutti gli effetti.

Da quanto è stato possibile apprendere, se finora è stato riluttante, a breve da parte sua sua dovrebbe essere spiccata una denuncia per i fatti in oggetto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net