martedì, Agosto 4, 2020
Home > Sport in Pillole > Sport, Samb: l’Assemblea di Lega Pro ha stabilito la fine del campionato. Ora spetterà al Consiglio Federale la ratifica

Sport, Samb: l’Assemblea di Lega Pro ha stabilito la fine del campionato. Ora spetterà al Consiglio Federale la ratifica

di Marco De Berardinis

In serie B salgono Monza, Vicenza, Reggina e Carpi. Ci sarà il blocco delle retrocessioni in serie D

Il campionato di serie C è stato definitivamente fermato, in B salgono Monza, Vicenza, Reggina (le prime tre dei rispettivi giorni) e Carpi per merito sportivo. Ci sarà anche il blocco delle retrocessioni in Serie D e dei ripescaggi dalla D ma, ovviamente non le nove promozioni. Tutto il pacchetto approvato dall’ Assemblea delle società di Lega Pro verrà proposto al Consiglio Federale della Figc che si svolgerà a data da destinarsi.

“All’unanimità, commenta il segretario generale della Samb Giancarlo Palma, si è deciso per lo stop definitivo del campionato. Per le promozioni, tutti compatti per far salire in B le prime in classifica (Monza, Vicenza e Reggina, ndr) così come sul blocco delle retrocessioni e di eventuali ripescaggi dalla D ma non le promozioni. Il dibattito, poi, aggiunge Palma, si è incentrato sulla quarta squadra che dovrebbe essere promossa. Per qualche voto è passata l’ipotesi riguardante il merito sportivo sulla disputa dei playoff. Conti alla mano la promozione in B andrebbe di fatto al Carpi.

Ora la decisione spetterà al prossimo consiglio federale. Un punto interessante che è poi venuto fuori riguarda lo studio fatto da una società specializzata che, su richiesta della Lega Pro, ha analizzato i costi di applicazione del protocollo sanitario così me era stato pensato. Si stima una cifra che va dai 90 ai 150 mila euro solo per completare l’attuale stagione. A questo poi vanno aggiunti i costi della gestione ordinaria”.

La decisione di affidare la quarta promossa in B al merito sportivo e quindi al Carpi, scatenerà sicuramente la protesta ed un possibile ricorso da parte del Bari di De Laurentiis. Ma il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli è esplicito in tal senso. “E’ il metodo che è stato utilizzato dalla Lega Pro da sempre: un indice in base alle partite giocate, una media punti insomma. Non abbiamo riflettuto sul nome dei club ma su un dato oggettivo: possono dire tutto meno che il sottoscritto non abbia l’onestà intellettuale di essere il presidente di tutta la Lega Pro. Credo che potremo andare al Consiglio Federale con grande tranquillità, con la disponibilità a capire il da farsi e le proposte altrui. Cercando di trovare una soluzione condivisa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com