sabato, Maggio 30, 2020
Home > Mondo > Cina: finalmente la attesa rivoluzione animalista antivirus a Wuhan

Cina: finalmente la attesa rivoluzione animalista antivirus a Wuhan

rivoluzione animalista a wuhan
COVID-19 e altri virus: l'elemento in comune è lo sfruttamento ...

Finalmente giunge dalla Cina una buona notizia sulla pandemia di coronavirus causata da un salto di specie della patologia dagli animali selvatici al genere umano.
Infatti come richiesto da più parti le autorità di Wuhan hanno accettato di vietare la caccia e il consumo di carne di animali selvatici per 5 anni. La città epicentro in Cina della pandemia del Covid-19 ha deciso la svolta animalista che include anche il divieto di commercio di animali selvatici.

Le nuove norme, in vigore con effetto immediato mirano a rendere più difficile le licenza per chiunque punti ad allevare, cacciare o vendere animali selvatici. All’indomani dello scoppio della crisi, il governo decise un bando temporaneo al commercio di fauna selvatica

Quindi alla fine la pressione delle autorità sanitarie e della opinione pubblica internazionale ha ottenuto dalle autorità cinesi la tanto attesa maggiore coscienza animalista, e pù vigilanza sugli allevamenti di animali selvatici ed educazione alla protezione delle specie animali.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *