mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Mondo > I primi austriaci sono già di nuovo in vacanza in Italia

I primi austriaci sono già di nuovo in vacanza in Italia

austriaci

I primi austriaci sono già di nuovo in vacanza in Italia. Questo da quando, a partire da mercoledì, l’Italia ha permesso agli stranieri di entrare nel paese senza la quarantena di due settimane. I turisti sono stati visti così per la prima volta dallo scoppio dell’epidemia di coronavirus nelle città d’arte italiane e sulle spiagge del paese. Nonostante il maltempo, i vacanzieri austriaci e tedeschi si sono avventurati sulle spiagge del Friuli e del Veneto. Il quotidiano veneziano “Il Gazzettino” ha fotografato una coppia di Salisburgo che da 35 anni è in vacanza nella località balneare di Cavallino-Treporti vicino a Venezia. La coppia, di 62 e 65 anni, si è trasferita in un bungalow in un campeggio con un gruppo di circa 100 turisti tedeschi. 

“Non siamo stati controllati al confine. Il governo austriaco sconsiglia di recarsi in Italia, ma non lo proibisce. Trascorreremo sicuramente tutta l’estate qui”, ha detto la coppia. A maggio, quando non c’erano opzioni di viaggio in Italia, circa il 40 percento degli hotel italiani erano aperti. L’associazione alberghiera italiana Federalberghi ha dichiarato che il 26 percento rimarrà chiuso a giugno. Nel solo mese di maggio, sono stati persi 118.000 posti di lavoro per lavoratori stagionali nel settore turistico. L’associazione stima che circa il 78 percento di tutti gli hotel in Italia dovrebbe essere riaperto solo ad agosto. 

Nel frattempo, Venezia è stata nuovamente visitata da alcuni turisti stranieri. “In questi giorni è possibile ammirare una Venezia unica. I visitatori hanno l’opportunità di ammirare un museo a cielo aperto, per così dire”, ha detto il sindaco della città lagunare, Luigi Brugnaro.  La località balneare friulana di Lignano spera di attrarre turisti stranieri con un sistema di prenotazione particolarmente flessibile. Jesolo, vicino a Venezia, ha dichiarato che l’intero miglio lungo il mare è zona pedonale. Ciò significa che ristoranti e bar possono allestire più poltrone e tavoli all’aperto. I primi turisti arrivarono anche in Alto Adige, soprattutto dalla Baviera. Anche il centro della città romana sta rianimando. Numerosi turisti stranieri hanno visitato la grande mostra di Raffaello in occasione del 500 ° anniversario della morte del genio universale. 

I giovani si sono radunati nei centri urbani di fronte ai pub e ai bar, che sono stati aperti di nuovo da lunedì, per lo più senza indossare protezioni respiratorie, e le regole della distanza non sono state rigorosamente osservate. A Roma, migliaia di agenti di polizia erano in servizio durante il fine settimana, controllando principalmente le aree locali più popolari. L’Italia spera che dal 15 giugno la libertà di viaggio venga ripristinata in tutta Europa. Il governo italiano sta facendo pressione sul governo di Vienna affinché apra i confini all’Italia. Secondo il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio, anche gli stranieri che provengono da paesi al di fuori dell’area dell’UE non possono recarsi in Italia dopo il 15 giugno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia