sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Mondo > Olanda e Austria: i Paesi frugali soddisfatti del “freno di emergenza” alle “cicale”

Olanda e Austria: i Paesi frugali soddisfatti del “freno di emergenza” alle “cicale”

i Paesi frugali soddisfatti del Consiglio Europeo

Rutte: bene il Consiglio Europeo sul “freno di emergenza” ai Paesi “cicala”

Il Premier olandese Rutte ha manifestato in mattinata la sua soddisfazione per l’ultima bozza di accordo proposta “Ora c’è un ottimo testo di bozza” sul meccanismo del super freno d’emergenza, che riguarda la governance del Recovery Fund, e quindi il tema dell’attuazione dei piani nazionali delle riforme, “che ritengo stia guadagnando consenso” “Sono davvero contento, perchè questa è stata una condizione cruciale per noi -ha aggiunto- per essere in grado di costruire quel bilanciamento” tra prestiti e sovvenzioni” escludendo infine qualsiasi attrito all’interno del fronte dei Paesi “frugali”

Kurz: i Paesi ‘frugali’ ora sono più forti davanti ai grandi

In sintonia con Rutte si è poi dichiarato il Premier Austriaco Kurz”I negoziati non sono ancora finiti, ma possiamo essere molto soddisfatti”,ha dichiarato il cancelliere dopo la notte di trattative a Bruxelles sul Recovery Fund. “Abbiamo ottenuto una riduzione dell’ importo totale -la nostra principale richiesta- un aumento degli sconti per L’Austria e la garanzia che investimenti e riforme saranno controllate”,spiega.”Unirci” come Paesi ‘frugali’ è stata “la decisione migliore” perché “davanti a Stati come “Germania e Francia, più piccoli da soli non avrebbero manifestato lo stesso peso” rivendicando in tal modo la compattezza dei Paesi “frugali” nel confronto con le “cicale” d’Europa.