venerdì, Ottobre 23, 2020
Home > Italia > Il Senato manda Salvini a processo, Giorgia Meloni: “Un altro tassello nella deriva liberticida”

Il Senato manda Salvini a processo, Giorgia Meloni: “Un altro tassello nella deriva liberticida”

senato

“Il Senato ha votato per mandarmi a processo. Contro di me festeggiano i Palamara, i vigliacchi, gli scafisti e chi ha preferito la poltrona alla dignità. Sono orgoglioso di aver difeso l’Italia: lo rifarei e lo rifarò, anche perché solo in questo luglio gli sbarchi sono sei volte quelli dello stesso periodo di un anno fa, con la Lega al governo.

Vado avanti, a testa alta e con la coscienza pulita, guarderò tranquillo i miei figli negli occhi perché ho fatto il mio dovere con determinazione e buonsenso. Mi tengo stretto l’articolo 52 della Costituzione (“la difesa della Patria è sacro dovere del cittadino”) e ricordo le parole di Luigi Einaudi: “Quando la politica entra nella giustizia, la giustizia esce dalla finestra”. Non ho paura, non mi farò intimidire e non mi faranno tacere: ricordo che per tutti i parlamentari, presto o tardi, arriverà il giudizio degli elettori”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, sul proprio profilo Facebook.

L’Aula del Senato ha autorizzato il processo all’ex ministro dell’Interno Salvini per la vicenda Open Arms. Favorevoli all’autorizzazione sono stati 149 senatori, che hanno votato contro quanto deciso dalla Giunta per le Immunità che aveva chiesto di dire no alla richiesta di processo avanzata dal tribunale dei ministri di Palermo. I sì alla richiesta della Giunta sono invece stati 141. Un astenuto. A favore dell’autorizzazione a procedere si sono espressi M5S, Pd, Iv, Leu, Autonomie. Contro i gruppi del centrodestra.

Esulta Proactiva Open Arms: “L’immunità per Salvini è finita
È ora della giustizia, sarà giudicato per aver bloccato lo sbarco delle persone salvate a bordo dell’#OpenArms lo scorso agosto, quando era ministro degli Interni. Il Senato italiano ha autorizzato il suo giudizio”.

“Il processo – scrive invece sui social la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni – ad un Ministro per aver fatto quello che il suo mandato gli imponeva, ovvero difendere la Nazione e i suoi confini e rispettare l’indicazione data dagli elettori con il voto, è un precedente spaventoso nella democrazia Italiana. Non conta più cosa sia giusto, ma cosa piaccia alla sinistra, al mainstream e ai poteri forti. Un altro tassello nella deriva liberticida che denunciamo da tempo. Ma a chi festeggia, senza pudore, voglio dire che quando saltano le regole dello stato di diritto, nessuno è più al sicuro. A Matteo Salvini va la totale e incondizionata solidarietà mia e di tutta Fratelli d’Italia. Ce la faremo, Matteo, a difendere questa nazione da vigliacchi e traditori”.

Silvio Berlusconi esprime la propria vicinanza al leader della Lega: “Proprio perché ne sono stato la massima vittima, comprendo bene quello che sta passando Matteo Salvini”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *