lunedì, Settembre 28, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film western stasera in TV: “Hostiles – Ostili” sabato 5 settembre 2020

Il film western stasera in TV: “Hostiles – Ostili” sabato 5 settembre 2020

film Hostiles

Il film western stasera in TV: “Hostiles – Ostili” sabato 5 settembre 2020 alle 21.30 su RAI 3

Hostiles.jpg

Hostiles – Ostili (Hostiles) è un film del 2017 diretto da Scott Cooper interpretato da Christian Bale,Rosamund Pike e Wes Studi.

Nel 1892, una giovane donna, Rosalie Quaid, e la sua famiglia, composta dal marito Wesley, e dai figli Lucy, Sylvie e Jacob, subiscono un violento attacco da parte di una tribù di Comanche che vogliono rubare i loro cavalli. Durante l’attacco solo Rosalie riesce a salvarsi e a nascondersi nella foresta mentre il resto della sua famiglia, compreso il figlio neonato Jacob, viene brutalmente assassinata dagli indiani.

Nel frattempo, a Fort Berringer nel New Mexico, il capitano dell’esercito Joseph Joe Blocker, arcigno e rancoroso verso i nativi, cattura una famiglia di Apache e li riporta nel forte rinchiudendoli. Viene in seguito convocato nell’ufficio del suo colonnello Abraham Biggs, che gli affida l’ultimo ordine prima della pensione: accompagnare un morente capo Cheyenne, Falco Giallo, e la sua famiglia nella loro terra nativa, una valle nota come Valle degli orsi nel Montana. Siccome l’ordine viene dal presidente in persona, e minacciato dalla corte marziale, Blocker, nolente, accetta di eseguire l’ordine, nonostante il suo sanguinoso trascorso con il capo indiano, colpevole di aver ucciso molti compagni del capitano. Dopo ciò, Blocker raduna un drappello (composto dal fidato e vecchio amico, il sergente Thomas Metz, il caporale Henry Woods, anch’egli suo amico, il nuovo e promettente tenente Rudy Kidder e una nuova recluta, il soldato semplice Desjardins) e parte per la Valle. Durante il viaggio, Blocker fa fermare il drappello e ordina di mettere in catene gli indiani.

Lungo la strada il drappello avvista le rovine bruciate della casa della famiglia Quaid (vista all’inizio del film) e mentre i soldati preparano l’accampamento, Blocker va ad indagare e a perlustrare la zona, e scopre il cadavere, orrendamente scalpato, del marito di Rosalie, la quale, oramai impazzita dal dolore, dice a Blocker di non fare rumore perché i suoi figli “stanno dormendo” (anche se in realtà sono morti). Blocker, compassionevole, decide di accoglierla nella sua compagnia. Inizialmente Rosalie, vedendo gli indiani, si spaventa, memore di quello che ha subìto, ma Blocker la assicura che gli indiani non la toccheranno. Alla fine, Rosalie decide di unirsi al drappello fino alla loro prossima sosta.

Il giorno dopo, il viaggio prosegue, ma vengono attaccati dai Comanche; il drappello esce vincitore dallo scontro, senza evitare però che Desjardins venga ucciso e che Woodson venga gravemente ferito. Dopo questo attacco, Falco Giallo convince Blocker che la cosa migliore da fare per garantire la sopravvivenza di tutti è di liberare lui e la sua famiglia; Blocker, riluttante, accetta. Il giorno successivo, i Comanche sopravvissuti dopo il loro precedente incontro, vengono trovati morti dal drappello e Blocker deduce che Falco Giallo e suo figlio, Falco Nero, li hanno uccisi grazie a Metz permettendo loro di lasciare il campo durante la notte.

Dopo una breve sosta a Fort Winslow in Colorado per lasciare il ferito Woodson e Rosalie, a Blocker viene chiesto di prendere il sergente Charles Wills, che, per ordine della corte marziale, deve essere impiccato per aver ucciso una famiglia con un’ascia, di portarlo nel posto dove avverrà la condanna. Al drappello si uniscono il caporale Tommy Thomas e il sergente Malloy, per tenere d’occhio Wills. Nel frattempo, Rosalie decide di continuare il viaggio con Blocker, nonostante gli sia stato offerto un posto dove stare a Fort Winslow fino al prossimo treno che sarebbe arrivato a Natale. Una notte, le donne vengono rapite, picchiate e selvaggiamente stuprate da tre commercianti di pellicce mentre lavano i piatti nel torrente dal loro accampamento. La compagnia, assistita da Falco Giallo e Falco Nero, rintraccia i commercianti di pellicce, li uccide e salva le donne; tuttavia, il sergente Malloy viene ucciso. Durante un acquazzone, Wills induce Kidder a sciogliere le catene che lo legavano per poi rubargli la pistola e ucciderlo prima di fuggire ma non prima che Blocker lo ferisca. A questo punto Thomas Metz, monta a cavallo e lo insegue nonostante Blocker gli urli di fermarsi. La compagnia scoprirà, il giorno dopo, che Metz è riuscito a rintracciare Wills e ad ucciderlo prima di togliersi la vita e smetterla di soffrire per il suo disturbo post-traumatico da stress. Successivamente Blocker fa pace con Falco Giallo per tutti i danni che si sono inflitti l’un l’altro, e per la prima volta i due si salutano come amici e non più come nemici.

Arrivati nella Valle degli orsi, Falco Giallo muore per la sua malattia e viene sepolto nella sua terra Dalla sua famiglia, da Blocker, da Rosalie, e dal caporale Thomas. Proprio mentre il gruppo sta per andare via un certo Cyrus Lounde e i suoi tre figli dichiarano di possedere la terra e ordinano a Blocker e al resto del gruppo di disseppellire il corpo di Falco Gaillo e andarsene. Blocker tenta di informarli che hanno l’autorizzazione dal presidente degli Stati Uniti in persona, ma Lounde, menefreghista, gli ribadisce il suo ordine; ne consegue un brutale scontro a fuoco che lascia solo tre sopravvissuti: Blocker, Rosalie e il giovane nipote di Falco Giallo, Piccolo orso. Nella scena finale, Rosalie e Piccolo orso partono con riluttanza su un treno dal Montana a Chicago, senza Blocker, ma, all’ultimo secondo, Blocker sale sul retro del treno e sale in carrozza, deciso a cominciare una nuova vita con i due.

Regia di Scott Cooper

ConChristian Bale, Rosamund Pike e Wes Studi

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *