martedì, Ottobre 26, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Linea Verde” del 25 ottobre alle 12.20 su RAI 1: si torna in Romagna

Anticipazioni per “Linea Verde” del 25 ottobre alle 12.20 su RAI 1: si torna in Romagna

linea verde

Anticipazioni per “Linea Verde” del 25 ottobre alle 12.20 su RAI 1: si torna in Romagna dai Malatesta a Tonino Guerra

(none)

Su Rai1 con Ingrid Muccitelli e Beppe Convertini

I signori di Romagna che dominarono il territorio tra Rimini e Urbino per circa 200 anni rappresentano lo spunto per “Linea Verde” di domenica 25 ottobre, alle 12.20, su Rai1. Un appuntamento che lega le molte componenti di questa regione: storia, arte, artigianato, agricoltura, zootecnia, tipicità e autentici patrimoni gastronomici. Ingrid Muccitelli e Beppe Convertini saranno in una azienda di Montebello di Poggio Torriana che ha fatto propri i princìpi della sostenibilità e del rispetto ambientale e dove tutte le attività: allevamenti di maiali, capre, pecore, polli romagnoli e colture orticole,  hanno certificazioni biologiche. Seguirà una prima visita di Beppe Convertini al Castello di Montebello, una delle Rocche Malatestiane, sono cinquantaquattro, meglio conservate, dove verrà raccontata la storia di Azzurrina, l’immancabile fantasma. Si vedranno dall’alto altre rocche come quelle di Verucchio e Sant’Arcangelo di Romagna, per poi atterrare virtualmente a Pennabilli dove, nel giardino dei Frutti Dimenticati ideato da Tonino Guerra, verrà ricordata la figura del grande poeta e sceneggiatore. Altre sorprese e curiosità grazie a Ingrid Muccitelli che incontrerà un autentico alchimista erede della misteriosa disciplina medioevale, e poi  una famiglia di stampatori che dal 1633 dipinge canapa e lino con l’antica tecnica della pittura a ruggine. Si ricorderà infine la figura del musicista e cantautore Ivan Graziani che proprio a Novafeltria ha vissuto fino alla sua prematura scomparsa. Accompagnati sempre dalla figura di Sigismondo Malatesta, l’altero e ambizioso condottiero, grazie a Peppone si scopriranno formaggi tipici come lo squacquerone e il raviggiolo accompagnati dall’immancabile piadina romagnola.