giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Sport in Pillole > Samb: rossoblu attesi dal difficile confronto del Nereo Rocco contro la corazzata Triestina

Samb: rossoblu attesi dal difficile confronto del Nereo Rocco contro la corazzata Triestina

samb

Samb: rossoblu attesi dal difficile confronto del Nereo Rocco contro la corazzata Triestina

di Marco De Berardinis

Contro gli alabardati saranno ancora assenti Bacio Terracino, Scrugli e De Goigoechea. Si giocherà domenica alle h.15:00

Dopo la prova di forza contro l’Arezzo, vittoria più che meritata, i rossoblu sono attesi da un impegno non certo facile, infatti faranno visita alla Triestina dell’ex Rapisarda, in una gara valida per la quattordicesima giornata di campionato che si disputerà al Nereo Rocco di Trieste domenica 6 dicembre alle h.15:00.

Come detto, non sarà un impegno facile per i ragazzi di Zironelli perché gli alabardati hanno un organico di spessore in grado di lottare per la promozione diretta in serie B, anche se non stanno attraversando un buon momento di forma, nonostante domenica scorsa abbiano pareggiato a Carpi 2-2, contro un’altra grande delusa del girone.

Dando uno sguardo, come di consueto all’avversario di turno, sono tre anni che gli alabardati costruiscono un organico per salire in serie B, ma puntualmente per vari motivi, non riescono mai ad ottenere la promozione. Anche quest’anno la società ha allestito una rosa di prim’ordine ma, anziché essere nelle prime posizioni in classifica, si trova addirittura ottava a 5 punti dalle due squadre attualmente in vetta e cioè Sudtirol e Padova. Visti i deludenti risultati fin qui ottenuti, all’indomani del pareggio di Carpi, la società ha esonerato il tecnico Gautieri ed ha chiamato al suo posto un allenatore navigato come Giuseppe Pillon.

Per quanto riguarda la rosa, non è stata stravolta rispetto allo scorso anno, infatti è rimasto lo zoccolo duro della squadra e cioè il portiere Offredi, il veterano Lodi, il capitano Lambrughi, i centrocampisti Maracchi, Sarno, Paulinho e Gatto, gli attaccanti Mensah e Granoche, mentre sono arrivati Rapisarda dalla Samb, Petrella dal Sudtirol, Struna dalla romena Voluntari, Rizzo dal Catania, lo svincolato Ligi dal Carpi, Calvano dal Verona, Filippini dal Gubbio, il portoghese Capela e il bomber Litteri entrambi dal Cosenza, con quest’ultimo un vero lusso per la categoria. Sono partiti invece Malomo, Ermacora, Laverone, Signorini, Scrugli passato alla Samb, Salata, Steffè, Formiconi, Codromaz, Pizzul e il bomber Costantino.

Dunque una rosa più che competitiva per la categoria, per ottenere, se possibile, la promozione diretta in serie B, ed invece, come detto in precedenza, gli alabardati non sono partiti bene in campionato ed annaspano nelle posizioni di rincalzo.

I giuliani attualmente sono ottavi in classifica, come già detto, con 21 punti in compagnia di Samb, Modena e Mantova, frutto di 6 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte, con 16 goal fatti e 14 subiti, hanno segnato le stesse reti dei rossoblu ma hanno incassato due reti in più.

Tornando alla Samb, una vittoria contro gli alabardati rappresenterebbe il classico esame di maturità contro una formazione di spessore che ambisce al salto di categoria. Detto ciò, il tecnico Zironelli dovrà ancora fare a meno degli infortunati Bacio Terracino, Scrugli e De Goigoechea, mentre il resto della rosa è disponibile. Contro gli alabardati, il tecnico veneto dovrebbe riproporre il 3-4-1-2 visto ad Arezzo con questo probabile undici iniziale: Nobile tra i pali, linea difensiva a tre composta da Cristini, D’Ambrosio e Di Pasquale, centrocampo a quattro con Masini, Shaka Mawuli, Angiulli e Malotti, Botta sarà il rifinitore davanti alle due punte Maxi Lopez e Nocciolini.

Dall’altra parte il nuovo tecnico degli alabardati Pillon, non dovrebbe stravolgere modulo e formazione visti fin qui con Gautieri e scendere in campo con il 4-3-3, modulo che il tecnico trevigiano spesso ha utilizzato in passato, questo dunque il probabile undici di partenza: Offredi tra i pali,  linea difensiva a quattro composta da Tartaglia, Capela, Lambrughi e Brivio, cerniera di centrocampo a tre con Giorico, Lodi e Calvano, mentre il terzetto offensivo dovrebbe essere composto da Petrella, Granoche e Litteri.

Due saranno gli ex della contesa, uno per parte, Scrugli nella Samb e Rapisarda nella Triestina come già detto, 108 presenze e 7 reti per lui in riva all’adriatico.

Lo scorso anno la Samb, guidata da Dottori in panchina per la squalifica di Montero, sbancò il Nereo Rocco vincendo 1-2, con reti di Cernigoi e Di Pasquale per i rossoblu e Costantino per gli alabardati, sugli scudi si eresse il portiere Massolo che parò un rigore a Granoche, rossoblu che terminarono la gara in nove.

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Adalberto Fiero di Pistoia. Il fischio d’inizio è fissato per le h.15:00 di domenica 6 dicembre. La gara si giocherà a porte chiuse.

Per concludere, ecco alcune dichiarazioni di mister Zironelli alla vigilia del match.

“Rispetto alle ultime gare, affrontiamo un avversario di altra caratura sia dal punto di vista della classifica che dell’esperienza della rosa. Vogliamo confermare le buone prestazioni viste contro Legnago e Arezzo anche se sarà dura perchè si tratta della terza partita di questa settimana. Dovrò stare attento a cercare di non affaticare qualche giocatore”.

La Triestina è reduce dal cambio della guida tecnica, con Pillon che ha preso il posto di Gautieri. “Ci troveremo di fronte giocatori che daranno qualcosa in più, come accade ogni volta che cambia l’allenatore. È un’insidia in più, ma noi dobbiamo andare a Trieste con lo stesso agonismo che c’è stato nelle 6 partite della mia gestione. Una delle armi dei nostri avversari è l’esperienza: insieme a Perugia e Padova hanno la rosa con più giocatori abituati a vincere”.

Per quanto riguarda l’assetto tattico, queste le parole del tecnico. “Abbiamo giocato bene sia con il 3-4-1-2 che con il 3-5-2. Ogni partita è una storia a parte, non conta il modulo ma come interpreti la gara e la velocità d’esecuzione delle giocate. Nelle ultime due gare c’è stato un cambio di tendenza e vogliamo continuare su questa strada”.