lunedì, Marzo 8, 2021
Home > Abruzzo > Teramo, corsia (e non pista) ciclabile promiscua e sperimentale al quartiere Cona

Teramo, corsia (e non pista) ciclabile promiscua e sperimentale al quartiere Cona

teramo

Teramo, corsia (e non pista) ciclabile promiscua e sperimentale al quartiere Cona

TERAMO – Riceviamo e pubblichiamo: “Il Comune di Teramo in questi giorni sta realizzando, in maniera sperimentale, la segnaletica  per la realizzazione delle “corsie ciclabili” all’interno delle sedi stradali, come previste dal “Decreto Rilancio”, per unire il quartiere Cona ed il suo polo scolastico con piazza Garibaldi e quindi  con l’area pedonale del centro storico.

Si tratta della sperimentazione di una nuova tipologia di percorso ciclabile, che l’articolo 3 del codice della strada, modificato dal Decreto Rilancio, definisce come «una parte longitudinale della carreggiata, posta a destra, delimitata mediante una striscia bianca discontinua, valicabile e ad uso promiscuo, idonea a permettere la circolazione sulle strade urbane dei velocipedi nello stesso senso di marcia degli altri veicoli e contraddistinta dal simbolo del velocipede». Quindi non una pista ciclabile strutturata con cordoli e segnaletica verticale, come soliti utilizzare, ma di una corsia come strumento di condivisione dello spazio stradale che permetterà, ai cittadini che si spostano in bici, di vivere la strada in armonia, nel rispetto reciproco, evidenziando con segnaletica orizzontale (striscia tratteggiata e simbolo della bicicletta) una percorrenza ciclistica privilegiata.

Naturalmente nessuna segnaletica o divieto potrà sostituire il buon senso, e l’amministrazione si augura che, da subito, i cittadini riconoscano e rispettino i nuovi percorsi, in modo da rendere Teramo sempre più a misura di pedone e di bicicletta, permettendo così, a chiunque voglia, di raggiungere i diversi luoghi della città senza dover necessariamente utilizzare l’automobile”.

Maurizio Verna

Assessore alla mobilità della Città di Teramo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *