venerdì, Dicembre 3, 2021
Home > Abruzzo > Tutela dei più fragili: “Per la prima volta un Presidente ne ha parlato”

Tutela dei più fragili: “Per la prima volta un Presidente ne ha parlato”

basta dittatura


CHIETI   – I coordinatori di “Diritti in Movimento” di Chieti e Pescara, Ass. Naz.fondata dal Prof. Avv. Paolo Cendon,  in collaborazione con “Difesa Ammalati Psichici”, “Città unite Giorgio La Pira”, “Gruppo art 118 u.c cost, sussidiarietà orizzontale”, ritengono di rilevante importanza l’avvio della sfida costruttiva  del cambiamento e della innovazione, lanciata dal Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi, partendo dalla ridisegnazione della sanità  ed in particolare della rete territoriale, assistenza domiciliare,consultori, medicina generale di base, potenziamento dei DSB, e della telemedicina. Grande attenzione il Presidente Draghi ha rivolto alla salute mentale,È la prima volta che  un Presidente del Consiglio indica un percorso di tutela delle persone fragili. 

L’attenzione del Presidente verso il mondo del disagio psichico e sociale, evidenzia   oltre alla notoria capacità di  competenze nei diversi settori del consorzio umano del Presidente Draghi, anche una sua sensibilità, disponibilità, una sua capacità relazione, un ascolto attivo, una comunicazione interpersonale, tutti aspetti primari  nei processi di riabilitazione e di guarigione delle persone fragili.

La ” forza incisiva” del Presidente Draghi, intervenga anche nell’avvio del percorso che condurrà a superare
la cultura dello “stigma ” fino a cancellarla.

L’Ass. “Diritti in Movimento” che si occupa organicamente del  diritti della persone fragili, sarà come sempre, attenta e vigile affinché le autorevoli dichiarazioni  del Presidente, che per la prima volta nella storia del nostro paese sono state pronunciate da un capo di governo,  possano realizzarsi.             

Paolo Cendon, Lorella Scelli, Manlio Madrigale