venerdì, Aprile 16, 2021
Home > Lazio > Grandi Opere, Potenti (Lega): “Come può una cozza arginare la Darsena Europa?”

Grandi Opere, Potenti (Lega): “Come può una cozza arginare la Darsena Europa?”

moby prince

Grandi Opere, Potenti (Lega): “Come può una cozza arginare la Darsena Europa?

“Come può uno scoglio arginare il mare? Si chiedeva Battisti in una bellissima canzone di tanti anni fa. Di bellissimo, invece, non c’è proprio nulla nella vicenda dello stop alla realizzazione della Darsena Europa. La procedura di deperimetrazione dal SIN dell’area marina-costiera su cui dovrà nascere l’opera-simbolo del rilancio del porto di Livorno, infatti, pare essersi fermata a causa dell’eccessiva strumentalizzazione burocratica circa la presenza di sostanze inquinanti nei mitili che si trovano in prossimità delle acque interessate.

Una manciata di cozze, utilizzate come bioindicatori sullo stato di inquinamento delle acque che unitamente ai rimpalli tra CRN, ASL, ARPAT, Istituto Superiore di Sanita’, Ministero dell’Ambiente, sotto gestione del precedente Ministro, hanno determinato il rischio di mandare a monte un’opera di cui è stata riconosciuta la rilevanza strategica per il Paese e per la quale sono stati già stanziati più della meta dei fondi necessari. Oggi ho portato all’attenzione del Ministero della Transizione ecologica questa situazione che pregiudica qualsiasi speranza di ripartenza produttiva ed occupazionale del territorio livornese. Parafrasando Battisti viene da chiedersi: come può una cozza arginare la Darsena Europa?” Lo dichiara l’onorevole Manfredi Potenti, deputato toscano della Lega-Salvini Premier.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *