lunedì, Aprile 12, 2021
Home > Mondo > Vaccini, via libera al Johnson & Johnson: il primo monodose

Vaccini, via libera al Johnson & Johnson: il primo monodose

vaccinazione

Vaccini, via libera al Johnson & Johnson: il primo monodose

Via libera dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) al vaccino anti-Covid dell’azienda Johnson & Johnson per l’autorizzazione all’immissione in commercio e all’utilizzo nell’ambito del Servizio sanitario nazionale. Questo dopo che il vaccino J&J ha ottenuto l’approvazione dall’Agenzia europea dei medicinali Ema.

Si tratta del quarto vaccino anti-Covid approvato in Italia dopo quelli di Pfizer-BionTech, Moderna e AstraZeneca.

Anche l’Oms ha approvato il vaccino Johnson & Johnson per l’utilizzo d’emergenza. Tale passaggio, così com’era già avvenuto nel caso di altri vaccini, apre la strada alla distribuzione di centinaia di milioni di dosi ai Paesi che non hanno enti regolatori.

Per quanto riguarda le presunte problematiche riscontrate nell’inoculazione del vaccino Astrazeneca, “al 9 marzo, sono state oltre 268 milioni le dosi di vaccino somministrate dall’inizio della pandemia e, sulla base dei dati riportati, nessuna causa di morte è da legare ai vaccini anti-Covid fino ad oggi”, secondo quanto dichiarato in conferenza stampa dalla portavoce Margaret Harris.

“Non esiste – ha aggiunto – nessun nesso causale dimostrato. Gli episodi di coagulazione del sangue sono comuni in alcune tipologie di persone “quindi non è chiaro se questo fosse o meno qualcosa che stava comunque per accadere”.

“Una relazione causale non è stata dimostrata”, ha ribadito, sottolineando anche che il comitato di valutazione del rischio delle agenzie mediche dell’Unione europea, la farmacovigilanza, aveva anche stabilito che i benefici del vaccino “continuano a superare i rischi”.

I paesi che hanno sospeso le campagne di inoculazione dell’Astrazeneca includono Austria, Danimarca, Estonia, Lituania, Norvegia, Islanda e Tailandia.

Nella giornata di ieri, l’OMS ha anche annunciato di aver dato l’autorizzazione al vaccino Johnson & Johnson.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *