lunedì, Aprile 12, 2021
Home > Italia > Pace fiscale, la posizione di CAF Cia: “Al fianco dei cittadini”

Pace fiscale, la posizione di CAF Cia: “Al fianco dei cittadini”

pace fiscale

Pace fiscale, la posizione di CAF Cia: “Al fianco dei cittadini”. Mastrocinque: “A disposizione per chiarimenti su sospensione e stralcio cartelle”

“Le nuove disposizioni in materia di pace fiscale stanno portando moltissimi cittadini verso i centri di assistenza fiscale diffusi nel territorio. Le 1020 strutture territoriali di CAF Cia si dimostrano presidi fondamentali per fare luce sui provvedimenti che riguardano, tra gli altri, la sospensione dei pagamenti e lo stralcio delle cartelle esattoriali sino a 5mila euro previsto dal decreto sostegni (DL41/2021).
CAF Cia si conferma un punto di riferimento insostituibile in questa giungla fiscale ancor più intricata a fronte dell’emergenza Covid.
In merito allo stralcio delle cartelle introdotte dal decreto sostegni, appare evidente che si è scelto una soluzione non condivisibile: i debiti si pagano, e da questo principio non si può e non si deve prescindere. Sicuramente sarebbe stato più opportuno definire una percentuale di sanatoria commisurata al valore dell’Isee di ciascun debitore (più alta per chi ha meno disponibilità economiche) e non al reddito – di fatto poco rappresentativo – e per un periodo più ampio di quello individuato.

Questo avrebbe consentito di dare un aiuto concreto ai cittadini realmente in difficoltà, poiché lo stralcio attuale riguarda solo ciò che era oggettivamente irrecuperabile da parte dello Stato.
In questo modo il debito, seppur in parte, sarebbe stato onorato salvaguardando almeno parzialmente anche i cittadini che hanno sempre e pienamente pagato i propri debiti, e la misura della sanatoria sarebbe stata commisurata alla vera capacità economica del debitore”.
Lo dichiara il presidente di CAF Cia – Agricoltori italiani, Alessandro Mastrocinque.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *