domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Mondo > Spazio, tre astronauti cinesi diretti verso la stazione spaziale Tiangong

Spazio, tre astronauti cinesi diretti verso la stazione spaziale Tiangong

astronauti

Spazio, tre astronauti cinesi diretti verso la stazione spaziale Tiangong

I primi astronauti per la nuova stazione spaziale cinese sono partiti per la più lunga missione con equipaggio del paese fino ad oggi, un passo fondamentale per Pechino per proporsi come una grande potenza spaziale. A 10 minuti dal lancio, il Long March-2F ha raggiunto l’orbita e la navicella Shenzhou-12 s’è separata dal razzo.

Nella stazione Tiangong i 3 resteranno tre mesi per condurre esperimenti, testare attrezzature e preparare la stazione per l’espansione prima che due nuovi moduli siano lanciati il prossimo anno.

L’attracco potrebbe avvenire sei ore dopo il lancio, secondo la televisione nazionale CCTV, che ha trasmesso le immagini degli astronauti sorridenti che sollevano le visiere dopo essere entrati ​​in orbita, mentre una matita galleggia a gravità zero. “I pannelli solari si sono dispiegati normalmente e possiamo dichiarare che questo lancio è riuscito”.

A bordo, gli astronauti non rimarranno inattivi: manutenzione, installazione di attrezzature, passeggiate spaziali, preparazione delle prossime missioni di costruzione e soggiorni dei futuri equipaggi.

La Cina “pronta a collaborare”

Chiamata Tiangong (“Palazzo celeste”), la stazione spaziale cinese, una volta completata, sarà di dimensioni simili all’ex stazione sovietica Mir (1986-2001). La sua durata sarà di almeno 10 anni.

La Cina ha deciso di costruire la propria stazione spaziale dopo che gli Stati Uniti si sono rifiutati di consentirle di prendere parte alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Quest’ultima – che riunisce Stati Uniti, Russia, Canada, Europa e Giappone – dovrebbe terminare la propria missione nel 2024, anche se la Nasa ha parlato di una possibile estensione oltre il 2028.

“Siamo pronti a cooperare con qualsiasi Paese impegnato nell’uso pacifico dello spazio”, ha detto mercoledì Ji Qiming, alto funzionario della China Human Manned Flight Agency (CMSA).

Una missione patriottica

In un contesto di tensione con l’Occidente, il successo della missione è motivo di prestigio per Pechino, che si appresta a celebrare il 1° luglio il centenario del Partito Comunista Cinese (PCC).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net