martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Italia > Renzi esce vincitore dal processo TV e definisce Travaglio “vedova di Conte”

Renzi esce vincitore dal processo TV e definisce Travaglio “vedova di Conte”

renzi

Grande serata televisiva ieri sera ad “8 e mezzo” di Lilli Gruber in onda su La 7, che ha visto sul banco degli imputati l’ex Premier e leader di Italia Viva Matteo Renzi oggetto di un processo mediatico alla sua linea politica intentato da Marco Travaglio e Massimo Giannini, oltre che dalla stessa Gruber.

Sono volate scintille dall’inizio alla fine della trasmissione e nonostante gli incisivi attacchi portati a Renzi dagli illustri giornalisti presenti, l’ex Premier si è difeso energicamente rivendicando il merito di avere “rottamato” politicamente nel corso di questa legislatura- nonostante il 2% per cento accreditato dai sondaggi alla sua creatura “Italia Viva” – dapprima il suo omonimo Matteo Salvini e poi Giuseppe Conte sfrattandolo da palazzo Chigi.

A seguito di questa seconda rivendicazione su Renzi si sono abbattuti gli strali acuminati del direttore del “Fatto Quotidiano” Marco Travaglio che ha elogiato a spada tratta l’operato dell’ex premier pugliese ed attuale presidente del Movimento 5 stelle, ma la sua appassionata arringa difensiva si è infranta contro la tipica ironia toscana di Renzi che ha definito Travaglio come vedova inconsolabile del professor Conte.

L’infuocato dibattito TV è poi proseguito fra vivaci attacchi e contrattacchi scambiati fra Renzi ed i suoi interlocutori e si è concluso con un sostanziale prareggio frai i contendenti.

Se però dovessimo applicare le regole della nobile arte del pugilato, dovremmo assegnare la vittoria “ai punti” a Matteo Renzi, che da buon toscano non si è lasciato sfuggire l’occasione di piazzare alcune frecciate polemiche che hanno messo i difficoltà i suoi accusatori.

In conclusione comunque va dato atto a Lilli Gruber ed ai suoi ospiti di avere realizzato una grande serata di dibattito politico in TV, che di certo non ha lasciato delusi i telespettatori.

Ddl Zan, Renzi: hanno perso i populisti della sinistra

Matteo Renzi, meeting Ali Khamenei in Tehran (3).jpg

“Rinunciare al compromesso possibile per sognare la legge impossibile è stata una scelta sbagliata,figlia dell’incapacità politica di Pd e 5S”.Così dichiara Matteo Renzi, leader di Italia Viva, a Repubblica sul fallimento del ddl Zan.

Poi accusa i dirigenti dem di aver “preferito scrivere post indignati su social che scrivere leggi” Secondo Renzi la legge è fallita per colpa di chi ha fatto male i conti e ha giocato una battaglia di consenso sulla pelle di ragazze e ragazzi che non lo meritavano.

“Additare il Parlamento come luogo dei cattivi e la piazza come luogo dei buoni: anche questo è populismo della peggiore specia e riecheggia l’antiparlamentarismo violento di pagine buie del nostro Paese”.

Affossato il Ddl Zan, bloccato in Senato. Dalla Liguria il “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione”: “È una vergogna. L’Italia è rimasta uno dei pochi Paesi che non difende Omo-Bi-Transessuali, Donne e Diversamente abili”

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net