mercoledì, Dicembre 1, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 21 novembre alle 8.40 su Rai 1: è bello essere anziani

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 21 novembre alle 8.40 su Rai 1: è bello essere anziani

sulla via di damasco

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 21 novembre alle 8.40 su Rai 1: è bello essere anziani

(none)

Su Rai2, conduce Eva Crosetto: ospite Monsignor Vincenzo Paglia

L’idea della vecchiaia è messa alla prova: dalle vittime della pandemia che provocano sgomento, alla paura di diventare anziani e dover affrontare un’età che sembra svuotata dalla vita. Papa Francesco invita tutti a cambiare lo sguardo verso gli anziani per coglierne il valore. “Sulla Via di Damasco”, domenica 21 novembre alle 8.40 su Rai2, proporrà i volti e le storie di vita che fanno intravedere la bellezza dietro i capelli bianchi.

Partecipazione straordinaria quella di Mons. Vincenzo Paglia, che ha recentemente firmato la “Carta dei Diritti e dei Doveri per gli anziani della Società”, un documento che sottolinea tre aspetti: dignità della persona, assistenza responsabile e vita di relazione. All’interno del programma condotto da Eva Crosetta, anche il profilo di Dino Impagliazzo, un pensionato che ha sfamato i più poveri tra i poveri fino alla fine, morto a 91 anni, nominato Commendatore della Repubblica.

E contro le paure della vecchiaia, la testimonianza di alcuni “giovani pensionati”, come Francesco, Domenico, Gabriella, che hanno scoperto la loro “nuova vocazione” nella missione di speranza del “Banco Alimentare. “Il futuro – ha detto mons. Paglia – è nell’alleanza tra giovani e anziani, due età estreme della vita chiamate a sostenere l’età di mezzo, rassegnata e presa solo dal lavoro, nel recupero del senso della vita”. Regia di Alessandro Rosati. 

Sulla via di Damasco è un programma televisivo italiano di approfondimento culturale e religioso[1] dedicato al tema del cattolicesimo, trasmesso da Rai 2 a partire dal 2002 e condotto dal 2004 da Giovanni D’Ercole e dal 20 gennaio 2019 da Eva Crosetta.

La trasmissione, nata nel 2002-2003 sulle ceneri dei precedenti Prossimo tuoMillennium e Terzo Millennio, ha avuto per le prime due stagioni il formato del reportage monografico (dai 30 ai 50 minuti), ponendosi come trasmissione di approfondimento culturale e spirituale, realizzando servizi in Italia e fuori da essa. Dal 2004 diventa una trasmissione in studio con il contributo di filmati e ospiti. Dal 2014 la durata è annuale e si è arricchito dei profili social ufficiali Twitter e Facebook[2].

Il programma è stato ideato e condotto fino al 5 gennaio 2019 dal vescovoGiovanni D’Ercole[3][4]. Il programma è stato ideato dallo stesso Giovanni D’Ercole[5], che ne è autore con Vito Sidoti[6] e Roberto Milone (quest’ultimo fino al 2013). D’Ercole nel 2019 ha passato il testimone alla conduttrice Eva Crosetta. Il programma è a cura di Annarita Trimarchi, il produttore esecutivo è Anna Santopadre. Dal 2008 il programma ha come collaboratore don Davide Banzato che è stato anche inviato nei servizi in esterno dal 2010 al 2015[7][8][9][10]. Attualmente collaborano con l’autore Vito Sidoti anche Domitia Caramazza ed Emiliano Fiore; come registi Marina Gambini, Raffaele Genovese, Alessandro Rosati, Paola Vannelli, Maria Cristina Buttà. Il programma è realizzato presso lo Studio 1 della Rai in via Teulada.