sabato, Maggio 21, 2022
Home > Mondo > Ucraina, lo scambio di accuse e l’ombra delle sanzioni

Ucraina, lo scambio di accuse e l’ombra delle sanzioni

ucraina

Ucraina, lo scambio di accuse e l’ombra delle sanzioni

Il segretario di Stato degli Stati Uniti Antony Blinken ha affermato che Washington ha tracciato un “serio percorso diplomatico” per Mosca per risolvere le tensioni sull’Ucraina in una lettera al governo russo.

Ma ha detto che la lettera non ha fatto concessioni alle principali richieste della Russia, come garanzie che l’Ucraina non sarà mai ammessa alla NATO.

“Abbiamo chiarito che ci sono principi fondamentali che ci impegniamo a difendere e difendere, inclusa la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina e il diritto degli stati di scegliere i propri accordi di sicurezza e alleanze”, ha affermato Blinken.

Nel frattempo, il ministro degli Esteri ucraino ha affermato che l’accumulo di truppe da parte di Mosca vicino al suo confine è “insufficiente per un’offensiva su vasta scala”. Washington ei suoi alleati avvertono che il Cremlino potrebbe prepararsi a un’imminente incursione , ma Mosca ha ripetutamente affermato di non avere piani per attaccare.

La Russia ritiene inaccettabile la minaccia che le infrastrutture militari della NATO si avvicinino ai suoi confini.

Gli Stati Uniti, ha detto il vice segretario di Stato Wendy Sherman, pensano che la Russia possa aggredire militarmente l’Ucraina “forse” entro la metà di febbraio, e l’ambasciata americana a Kiev ha esortato i connazionali a “considerare di partire subito” dal Paese.

Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, parlando davanti alla Duma, ha accusato l’Occidente di essere entrato in uno stato di “frenesia militarista”, di lasciarsi andare a “dichiarazioni isteriche” e di voler spingere l’Ucraina ad un passo falso come un attacco alle regioni orientali controllate da milizie indipendentiste filo-russe per scatenare una guerra.

“Siamo pronti a tutto – ha avvertito il capo della diplomazia russa -. Noi non abbiamo mai attaccato nessuno, siamo sempre stati noi ad essere attaccati, e quelli che l’hanno fatto non se la sono cavata”. Mentre il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha respinto le minacce americane di sanzioni dirette al presidente Vladimir Putin affermando che sarebbero “distruttive” per le relazioni tra Mosca e l’Occidente.

“La Russia ha ammassato oltre 100mila soldati ai confini con l’Ucraina, altre truppe sono in arrivo e c’è una concentrazione significativa anche in Bielorussia. Chiediamo a Mosca un’immediata de-escalation”. Lo ha detto il segretario generale della Nato, Stoltenberg. “Una soluzione politica è ancora possibile, ma la Russia deve impegnarsi a dialogare in buona fede”, ha detto. La Nato ha fatto le sue proposte scritte a Mosca, pronta “ad ascoltare le preoccupazioni russe”, ma servono sforzi “reali”. Sui principi, no a “compromessi”.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net