giovedì, Maggio 26, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Palazzeschi del 12 febbraio alle 16 su Rai 5: “Roma” con Warner Bentivegna

Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Palazzeschi del 12 febbraio alle 16 su Rai 5: “Roma” con Warner Bentivegna

roma

Anticipazioni per il Grande Teatro in TV di Aldo Palazzeschi del 12 febbraio alle 16 su Rai 5: “Roma con Warner Bentivegna

Grande Teatro di Rojas in TV del 21 gennaio su Rai 5: "La Celestina"

Per il Grande Teatro in TV Rai Cultura propone l’opera “Roma” di Aldo Palazzeschi in onda su Rai 5 sabato 12 febbraio alle 16 nella versione trasmessa dalla Rai nel luglio 1974 con la regia di Enrico Colosimo.

Gli interpreti sono Antonio BattistellaDino Curcio e Warner Bentivegna.

Roma è un romanzo di Aldo Palazzeschi. Scritto negli anni 19491952 e pubblicato in prima edizione nel 1953 dall’editore fiorentino Vallecchi, il libro è stato ripubblicato più volte:

L’opera è stata collocata dalla critica nella cosiddetta fase del ritorno all’ordine.[1]

Protagonisti del romanzo sono la città di Roma e il Principe di Santo Stefano, cameriere segreto del papa, in aperto contrasto con la società moderna del dopoguerra.

Eugenio Montale scrisse positivamente dell’opera e affermò che: «Roma […] fu giudicato un romanzo troncato a metà mentre era soltanto il ritratto di un patrizio che rifiuta tutto quel ch’è accaduto a Roma dopo il 1870». Per l’autore di Ossi di seppia si trattava di «un ritratto veramente straordinario ma poco o punto compreso dalla critica, disorientata di fronte a un romanzo che non era un romanzo e neppure un antiromanzo».[2]

Aldo Palazzeschipseudonimo di Aldo Pietro Vincenzo Giurlani (Firenze2 febbraio 1885 – Roma17 agosto 1974), nacque in via Guicciardini a Firenze da Alberto Giurlani e Amalia Martinelli ed è stato uno scrittore e poeta italiano, uno dei padri delle avanguardie storiche.

Inizialmente firmò le sue opere col suo vero nome, e dal 1905 adottò come pseudonimo il cognome della nonna materna, appunto Palazzeschi. Dalla seconda attività conseguì una ricca produzione letteraria che gli diede fama di rango nazionale.