sabato, Maggio 21, 2022
Home > Mondo > Zelensky: “Ci difenderemo. Combatteremo fino alla fine”

Zelensky: “Ci difenderemo. Combatteremo fino alla fine”

zelensky

Zelensky: “Ci difenderemo. Combatteremo fino alla fine”

“Ci difenderemo da soli. Combatteremo. Non rinunceremo a nulla di ucraino, e non abbiamo bisogno di ciò che non è nostro. E sono grato a tutti i nostri combattenti, a tutte le nostre eroiche città del Donbass, a Mariupol, e anche alle città della regione di Kharkiv che stanno resistendo, difendendo le sorti dell’intero stato, respingendo le forze degli invasori. Rubizhne, Popasna, Zolote, Lysychansk, Severodonetsk, Kramatorsk e tutti gli altri che sono stati con l’Ucraina in tutti questi anni e per sempre”. Così il presidente ucraino Zelensky in un post su Facebook pubblicato nella notte: https://www.facebook.com/zelenskiy.official/videos/519801386264181

La Russia continua la sua offensiva a est “per stabilire il pieno controllo sul territorio delle regioni di Donetsk e Luhansk”, nonché per mantenere un corridoio di terra con la Crimea temporaneamente occupata”, ha affermato lo stato maggiore delle forze armate ucraine.

“I principali sforzi del nemico si concentrano sullo sfondamento della difesa delle truppe ucraine negli oblast di Luhansk e Donetsk, oltre a stabilire il pieno controllo sulla città di Mariupol”, hanno affermato i militari in un post su Facebook.

Nelle regioni di Donetsk e Luhansk, l’esercito ha dichiarato di aver respinto sette attacchi nemici, distrutto dieci carri armati, 18 unità corazzate e otto veicoli e un sistema di artiglieria.

Nel frattempo il governatore della regione russa di Belgorod afferma che una persona è stata ferita in un bombardamento proveniente dalla “parte ucraina”. “Ci sono stati bombardamenti dalla parte ucraina del villaggio [russo] di Golovchino, nel distretto di Graivoronsky”, ha scritto Vyacheslav Gladkov su Telegram. “C’è distruzione. Darò informazioni più dettagliate in seguito”.

All’inizio di aprile, Gladkov aveva accusato l’Ucraina di aver attaccato e appiccato il fuoco a un deposito di petrolio nella regione, che ha ferito otto persone.

Oggi il presidente degli Stati Uniti convocherà una videoriunione degli alleati per discutere del conflitto in Ucraina.

Un funzionario ha detto all’agenzia di stampa AFP che l’incontro “fa parte del nostro regolare coordinamento con alleati e partner a sostegno dell’Ucraina”, senza nominare chi sarebbe stato incluso nella videochiamata.

Il sindaco di Mariupol afferma che circa 40.000 civili sono stati trasferiti con la forza in Russia o nelle regioni dell’Ucraina controllate dai russi.

“Purtroppo devo dichiarare che da oggi stanno deportando con la forza i residenti”, ha detto alla televisione ucraina Vadym Boychenko. “Abbiamo verificato attraverso il registro comunale che hanno già deportato oltre 40.000 persone”.

La Russia ha negato di prendere di mira i civili in Ucraina.

Secondo l’Istituto per lo studio della guerra, sarebbe improbabile che l’offensiva orientale della Russia abbia “più successo” delle precedenti campagne, ma “le forze russe potrebbero essere in grado di indebolire i difensori ucraini o ottenere risultati limitati”.

L’ultimo rapporto dell’istituto, con sede negli Stati Uniti, ha rilevato che le forze russe non hanno preso la pausa operativa necessaria per ricostituire e integrare correttamente le unità danneggiate ritirate dall’Ucraina nord-orientale nelle sue operazioni orientali.

L’invasione russa ha finora danneggiato o distrutto fino al 30% delle infrastrutture dell’Ucraina per un costo di 100 miliardi di dollari.

Il ministro delle Infrastrutture Oleksandr Kubrakov ha detto a Reuters che la guerra ha colpito “dal 20 al 30 per cento di tutte le infrastrutture con vari gradi di danni, con diversi livelli di distruzione”.

Kubrakov ha dichiarato che più di 300 ponti sulle strade nazionali sono stati distrutti o danneggiati, più di 8.000 km di strade hanno dovuto essere riparati o ricostruiti e dozzine di ponti ferroviari sono stati fatti saltare in aria. Ha aggiunto che tutto potrebbe essere ricostruito in due anni “se tutti lavorano in fretta”.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net