sabato, Ottobre 1, 2022
Home > Mondo > Attacco al bus di Gerusalemme: il responsabile si consegna alla Polizia

Attacco al bus di Gerusalemme: il responsabile si consegna alla Polizia

gerusalemme

Attacco al bus di Gerusalemme: il responsabile si consegna alla Polizia

Nuove notizie drammatiche giungono stamattina da Gerusalemme relativamente all’attentato di ieri sera che ha visto 7 persone ferite nell’attacco ad un autobus pieno di civili.

Infatti dopo una vasta operazione delle forze di sicurezza israeliane a Gerusalemme, l’autore dell’attacco al bus, in cui sono rimaste ferite 7 persone, di cui 2 gravemente, si è consegnato alla polizia israeliana, a cui ha consegnato anche l’arma usata nell’attentato. E’ un palestinese di 26 anni. Lo riporta il Times of Israel.

Intanto, in un ospedale di Gerusalemme, i medici hanno fatto partorire in emergenza una donna di 30 anni rimasta ferita in modo grave nell’attacco. Ma le condizioni del neonato sono gravi.

Intifāda (dall’araboانتفاضة “intervento”, “sussulto”) è un termine arabo che vuol significare nella fattispecie “rivolta”, “sollevazione”.

Il termine è entrato nell’uso comune come nome con cui sono conosciute le rivolte arabe dirette a porre fine all’occupazione israeliana in Palestina. L’Intifāda è uno degli aspetti più significativi degli anni recenti del conflitto israelo-palestinese.

La Prima intifada palestinese ebbe inizio nel dicembre del 1987. Dopo alcuni atti spontanei di protesta contro le forze dell’ordine Israeliane nei territori palestinesi[1], gli eventi assunsero le dimensioni di una vera e propria rivolta popolare, con coinvolgimento di civili di entrambe le parti. Tali sommosse si intensificarono arrivando ad un punto critico nell’incidente in cui un camion militare israeliano travolse due taxi collettivi nel campo profughi di Jabaliya, uccidendo quattro palestinesi.

Le violenze e le proteste – con il classico lancio di pietre alle truppe israeliane, soprattutto da parte di palestinesi minorenni – persero poi intensità nel corso degli anni a seguire, anche perché alle uccisioni dei manifestanti (311 nel primo anno) le truppe israeliane di occupazione aggiunsero la pratica di spezzare a bastonate le braccia dei lanciatori di pietre.

Gli Accordi di Oslo (agosto 1993) e la creazione dell’Autorità Nazionale Palestinese sono considerati come i termini della conclusione della prima intifada palestinese.

Foto interna ed esterna: https://it.wikipedia.org/wiki/Gerusalemme#/media/File:Jerusalem_Dome_of_the_rock_BW_13.JPG