lunedì, Gennaio 30, 2023
Home > Italia > Quale verità in Brasile, ma anche in Italia, negli USA ed in Europa?

Quale verità in Brasile, ma anche in Italia, negli USA ed in Europa?

quale verità

Quale verità in Brasile, ma anche in Italia, negli USA ed in Europa? – Le notizie che rimbalzano in Italia, spesso durante la notte, provenienti da paesi d’Oltreoceano o d’Oltralpe, hanno certo un fondo di verità, ma sembra che spesso vengano date in maniera propagandistica per promuovere quella parte di Sinistra legata alla finanza speculativa. Così, pur se sconfitta, grazie a quella burocrazia radicata all’interno dei gangli dei vari Stati, riesce a “governare” e preparare il terreno per “gabbare” gli elettori.

Questo sembra essere accaduto negli USA, dove da ben due anni si parla di “Brogli elettorali” che hanno innescato durissime reazioni e provocazioni, sfociate poi come ben sappiamo in quelloche fu definito l’attacco a Capitol Hill, al Campidoglio degli Stati Uniti, il 6 Gennaio del 2021.

A distanza di due anni lo scenario si ripete in Brasile, dove il ritorno di Lula e’ fortemente discusso da buona parte della popolazione tanto da creare disordini nell’ambito dei quali sono state arrestate ben 1.200 persone ed è stato rimosso il governatore di Brasilia.

Infatti, proseguono anche oggi, in Brasile, i blocchi stradali promossi dai sostenitori dell’ex presidente, Jair Bolsonaro, dopo l’assalto ai palazzi del potere di Brasilia.

Lo rende noto GloboNews, precisando che gli arrestati sarebbero legati ai disordini. Secondo il portale, gli arresti sarebbero stati eseguiti dalla polizia federale, in ottemperanza a quanto disposto con decreto dal presidente della Repubblica, Luiz Inacio Lula da Silva. Gli arrestati sono stati portati al quartier generale della polizia federale con almeno 40 autobus.

Secondo la Reuters i manifestanti che si sono introdotti negli edifici della Corte Suprema, del Congresso e nel palazzo presidenziale, oltre ad aver rotto finestre, ribaltato mobili, distrutto opere d’arte, avrebbero rubato la Costituzione originale del 1988. Armi sono state prelevate da un ufficio di sicurezza del presidente.

Come mai nessuno si chiede il perché di tutto ciò, dal momento che sembra fossero mesi che i manifestanti sostavano li in segno di protesta?

Intanto il giudice della Corte Suprema, Alexandre de Moraes, ha ordinato alle piattaforme di social media, Facebook, Twitter e TikTok di bloccare la propaganda golpista.

Un fenomeno che sembra seguire un copione analogo ma avvenuto due anni prima in USA.

Sarà un caso? Anche li, forti dubbi di “brogli” per il ritorno dei DEM. Intanto in Brasile, su richiesta dell’Avvocatura Generale dell’Unione, e’ stato ordinato alle società di telecomunicazioni di tenere registri di connessione e geolocalizzazione degli utenti presenti in Praça dos Três Poderes.

Che sia lo stesso sistema di geolocalizzazione che si voleva utilizzare in Italia durante la pandemia, tanto cara alla sinistra Italiana?

Del resto senza se e senza ma sono giunti messaggi di condanna e sostegno al presidente della Repubblica, Luiz Inacio Lula da Silva da parte di Biden, Von der Leyen, a loro dire difensori della democrazia. Che strano: si condanna la protesta ma non si avviano indagini per comprenderne i motivi.

Addirittura negli USA, malgrado “il sospetto” di brogli elettorali, sembra si faccia di tutto per evitare qualsiasi indagine che provocherebbe forse un “terremoto” di vaste proporzioni.

E, l’Italia? Forse i legami con la politica Biden/Draghi/Von der Leyen hanno indotto la Meloni, più che a svolgere il ruolo di Primo Ministro, a svolgere quello di “portavoce” dei citati personaggi, dal momento che, malgrado il voto di cambiamento, voluto dagli elettori Italiani, nulla e’ cambiato.

Ed ancora, come da copione già collaudato, essendo allora indicato negli USA, come responsabile di Capitol Hill, il Presidente Donald Trump, così per il Brasile viene accusato il Presidente Bolsonaro.

Nulla di nuovo sotto il sole, quindi, se non la ripetizione di copioni già visti in varie parti del mondo, che i popoli sembrano non essere più disponibili ad accettare. Chissà se una certa politica guidata dalla finanza speculativa non voglia proprio questo per sottomettere le popolazioni.

Ettore Lembo

Foto: https://it.wikipedia.org/wiki/Luiz_In%C3%A1cio_Lula_da_Silva

Fonti: https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2023/01/08/brasile-sostenitori-di-bolsonaro-irrompono-nel-parlamento-nel-palazzo-del-congresso_62f38c06-0976-4de2-bcd6-6f682f79d9ab.html

https://www.agi.it/estero/news/2023-01-08/sostenitori-bolsonaro-assedio-parlamento-brasile-19538713/

https://www.agi.it/estero/news/2023-01-09/brasile-assalto-parlamento-bolsonaro-florida-19541426/

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net