venerdì, Giugno 14, 2024
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Linea Blu” del 1° luglio alle 14 su Rai 1: sulle tracce di Ulisse

Anticipazioni per “Linea Blu” del 1° luglio alle 14 su Rai 1: sulle tracce di Ulisse

linea blu

Anticipazioni per “Linea Blu” del 1° luglio alle 14 su Rai 1: sulle tracce di Ulisse – Da Otranto, la bellissima città della costa salentina, all’isola greca più vicina all’Italia: Othoni. E’ il nuovo viaggio di Donatella Bianchi e “LineaBlu”, in onda sabato 1° luglio alle 14.00 su Rai 1 e Rai Italia.

Othoni è particolarmente famosa perché legata al mito di Ulisse: Omero racconta che qui vivesse la Ninfa Calypso, che tenne legata a sé l’eroe per 7 anni. La grotta a lei dedicata si affaccia su un mare cristallino e spettacolare, ricco di vita marina. Ma le bellezze naturalistiche di Othoni non finiscono qui: c’è la costa ricca di insenature che si mostrano solo a chi ha la fortuna di visitare l’isola venendo dal mare.

E poi, quando ci si avventura tra i sentieri naturali dell’isola, si scoprono natura incontaminata e macchia mediterranea intatta: e restano il sole e il silenzio ad accompagnare la visita. Othoni è un’isola che si sviluppa anche in altezza: la sua conformazione ha favorito la creazione di microscopici centri abitati, dove vivono pochissime famiglie. Oggi ad Othonì, (detta anche Fanòs, dal nome che davano a quest’isola gli antichi veneziani che un tempo dominavano i mari dell’Oriente) vivono meno di 200 persone, e non tutte residenti in pianta stabile. Un paradiso di silenzio e di mare spettacolare. 

Ma la puntata racconterà anche parte della costa italiana che si trova di fronte all’Isola di Othonì, a circa 40 miglia di distanza. Fabio Gallo partirà dal Faro di Leuca in un viaggio che arriverà fino ad Otranto, alla scoperta della cultura e delle bellezze naturali del Salento Adriatico. E allora si farà tappa a Castro, dove nel periodo della Magna Grecia esisteva un tempio dedicato alla dea Athena che dominava la costa. 
E poi, lungo la risalita del tacco dello stivale, la cultura marinara sarà protagonista: Fabio Gallo raccoglierà i racconti della tradizione gastronomica e le antiche storie di pescatori salentini.

Valentina Bisti, infine, percorrerà un percorso costiero ricco di grotte carsiche, vecchi rifugi di pescatori e mercanti, alla scoperta del sentiero detto “delle cipolliane”.

Linea blu è un programma televisivo di divulgazione culturale, impegnato nella diffusione e sensibilizzazione della cultura dell’ambiente e del mare, ma anche dei fiumi[1] e dei laghi[2], trasmesso su Rai 1 dal 1994, attualmente condotto da Donatella Bianchi con la partecipazione di Fabio Gallo e Valentina Bisti.

Linea blu è nato nel 1994, partendo dai luoghi più suggestivi del mar Mediterraneo, lungo gli oltre 8.000 chilometri di coste della penisola italiana, porta nelle case degli spettatori le immagini di luoghi lontani e dalle caratteristiche attrative ideali, esplorando l’infinito mondo sommerso e raccontando storie di pescatori e di mare.

Puccio Corona è stato l’ideatore e conduttore del programma e l’ha condotto fino al 1998, portando un notevole contributo per il successo di un nuovo format che abbinava conoscenza approfondita del mare e dei suoi protagonisti quali i pescatori ed i subacquei. Dalla prima edizione accanto a Puccio Corona l’attuale autrice e conduttrice Donatella Bianchi.

Foto interna ed esterna: https://www.rai.it/ufficiostampa/assets/template/us-articolo.html?ssiPath=/articoli/2023/06/Linea-Blu-e7404714-749c-4424-b69d-7ed59ec50897-ssi.html