venerdì, Giugno 14, 2024
Home > La voce di tutti > Monaci Francescani e Chiesa Ortodossa

Monaci Francescani e Chiesa Ortodossa

Monaci Francescani e Chiesa Ortodossa.
In questi giorni sono stato chiamato a svolgere un servizio per la nostra Chiesa Ortodossa Italiana. La nomina a Priore Generale pro tempore della Congregazione dei Monaci Francescani Ortodossi mi ha stimolato alcune riflessioni.

La Congregazione è sotto l’ omoforio della C.O.I, con Decreto di Protezione Canonica ,protocollo n. 79 del 15 settembre 2022 e istituita quale Ordine Monastico con Bolla Apostolica. Fra tre mesi, nel Capitolo Generale vi sarà l’ elezione del nuovo Priore.

Qualcuno ha posto in risalto alcune perplessità in ordine alle affinità fra il pensiero del Santo Francesco D’ Assisi e la tradizione Ortodossa. Invece credo vi siano molti punti di contatto fra il pensiero di San Francesco e la tradizione ascetica Ortodossa. Sono entrambi incentrate dalla “fuga mundi” il ritiro nell’ eremo fisico, mentale e del cuore; il distacco dai beni di questo mondo, il distacco da ogni realtà visibile e dalle passioni. Solo altresì accomunati dalla vita comunitaria e dalla preghiera continua. Nella tradizione monastica Ortodossa è presente il grande valore dell’esicasmo. Si parla di una meditazione e di una “preghiera del cuore“.

La Preghiera del cuore, radicata nel Nuovo Testamento, viene assunta da una «corrente» propria della spiritualità orientale antica che è stata chiamata esicasmo. Il nome proviene dal greco hesychìa che significa: calma, pace, tranquillità, assenza di preoccupazione. L’esicasmo può essere definito come un sistema spirituale di orientamento essenzialmente contemplativo che ricerca la perfezione (deificazione) dell’uomo nella unione con Dio tramite la preghiera incessante. Ed è proprio quello che intendeva il “poverello D’ Assisi”.

Tuttavia ciò che caratterizza tale movimento è sicuramente l’affermazione della eccellenza o della necessità della stessa hesychia, della quiete, per raggiungere la pace con Dio. Lo stesso pensiero del Santo di Assisi che vedeva nella vita eremitica, all’ interno di una comunità monastica, la situazione più consona al raccoglimento ed alla preghiera. In un documento del monastero di Iviron del monte Athos, si legge questa definizione: «L’esicasta è colui che solo parla a Dio solo e lo prega senza posa». Gli esicasti, inserendosi nella tradizione biblica, esprimeranno l’esperienza della preghiera. contemplativa attraverso l’invocazione e l’attenzione del cuore al Nome di Gesù, per camminare alla sua presenza, essere liberati da ogni peccato e rimanere nel dolce riposo di Dio in ascolto della sua parola silenziosa. La storia dell’esicasmo inizia con i monaci del deserto d’Egitto e di Gaza. «A noi, piccoli e deboli, non ci resta altro da fare che rifugiarci nel Nome di Gesù», dice uno di loro. Si afferma poi al monastero del Sinai, con san Giovanni Climaco.

Un esponente di spicco è sicuramente Simeone il Nuovo Teologo. Rinascerà al Monte Athos nel sec. XIV. Quiete, solitudine e silenzio interiore, che viene raggiunta attraverso la solitudine e il silenzio esteriore, si presenta tuttavia come un mezzo eccellente per raggiungere l’orazione ininterrotta. l’unione con Dio nella contemplazione, attraverso la preghiera . In quanto mezzo e non fine l’esichia va distinta sia dalla apàtheià degli Stoici, intesa come assenza e liberazione dalle quattro passioni fondamentali, la tristezza, il timore, il desiderio e il piacere; sia dall’ataraxia degli Epicurei, che consiste nella libertà dell’anima dalle preoccupazioni della vita.
Vedo, concludendo, molte affinità fra il pensiero di San Giovanni Climaco e quello di San Francesco.

Pace e Bene

Mons Roberto Pinna

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net