martedì, Ottobre 26, 2021
Home > Marche > Recanati, sabato 24 marzo riapre la chiesa di San Vito

Recanati, sabato 24 marzo riapre la chiesa di San Vito

RECANATI – Si riconsegna alla città una delle chiese più importanti dal punto di vista storico e delle tradizioni cittadine: la chiesa di San Vito. Dopo gli eventi sismici del 2016 nella chiesa sono stati eseguiti gli interventi di somma urgenza e di messa in sicurezza, grazie a fondi provenienti da indennizzi della copertura assicurativa stipulata dal Comune e provenienti dai fondi emergenziali della Protezione Civile Nazionale per un importo complessivo di circa 72 mila euro.

Successivamente al completamento dei lavori di ristrutturazione post terremoto, che hanno riguardato il puntellamento della volta della navata est della chiesa e la messa in sicurezza del locale adiacente, sono stati eseguiti l’adeguamento dell’impianto elettrico, la tinteggiatura, il trattamento della pavimentazione interna.

La cerimonia di apertura è prevista per sabato 24 marzo alle 15,30 alla presenza di Mons. Nazzareno Marconi Vescovo della Diocesi di Macerata e del Sindaco Francesco Fiordomo.

Parteciperanno all’evento i rappresentanti della Confraternita della Misericordia, i bambini delle parrocchie di San Domenico e Sant’Agostino e gli alunni della Scuola Primaria San Vito con l’esibizione corale dell’” Inno a San Vito”, composto sotto la guida delle insegnanti Antonella Maggini, Giuditta Pierini ed Eutilia Marchetti e musicato dal Maestro Francesco Cingolani.

Una copia dell’inno verrà donata al Vescovo Nazzareno Marconi.

Al termine della cerimonia alcuni alunni della classe quinta della scuola primaria di San Vito, nel ruolo di ” Guide per un giorno”, faranno vivere ai presenti un viaggio storico-artistico alla scoperta dei tesori della chiesa.

Alle ore 21,15 l’attore Guido Roncalli propone il Recital per voce e violoncello “Roncalli legge Roncalli”.  Guido, discendente di Papa Giovanni XXIII, ha deciso di celebrare il “Papa buono” con una rappresentazione che ripercorra i momenti salienti della parabola terrena del Santo.

Si tratta di un atto unico composto dalla lettura dei discorsi più noti di Papa Giovanni e da lettere inedite, tratte dall’archivio della famiglia di Guido Roncalli, accompagnati dalle Suite di J. S. Bach per violoncello eseguite dal vivo. Durante il Recital, sullo sfondo dell’interprete, scorrono immagini fotografiche inedite di Angelo Roncalli e del cugino Guido, nonno dell’artisti, anch’esse appartenenti all’archivio della famiglia. Un modo emozionante, teatrale, unico di ricordare una delle figure più incisive e più amate del XX secolo.

Domenica 25 marzo alle ore 10,30 in programma la benedizione delle palme e processione, a seguire (ore 11,00) la celebrazione della Santa Messa presso la Chiesa di S.Agostino. Venerdì 30 marzo alle ore 13,30 le tre ore di passione di nostro Signore Gesù Cristo con la predicazione di Don Gianni Carraro, parroco della Chiesa delle Vergini di Macerata e Padre spirituale del Seminario Diocesano missionario Redemptoris Mater. A conclusione del programma religioso alle ore 20,00 Via Crucis del Cristo Morto per le vie del Centro Storico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net