martedì, Ottobre 26, 2021
Home > Marche > Furti in abitazioni: le cifre delle province marchigiane

Furti in abitazioni: le cifre delle province marchigiane

Tornare a casa e ritrovarla sottosopra e svaligiata. Un vero e proprio incubo in certe quartieri e zone. Ma quando sono diffusi i furti in appartamento nelle Marche e specificamente nelle cinque province? Con i dati del Ministero dell’interno aggiornati al 2016 diamo un’occhiata a questo triste fenomeno nelle nostre città e nei nostri paesi. In questo caso parliamo solo di denunce. Al primo posto in regione si piazza la provincia di Macerata con 2,63 furti in abitazione ogni 10mila abitanti. Segue Fermo con 2,40, Ascoli Piceno con 2,34,  Ancona con 2,30 e infine la provincia di Pesaro/Urbino con 2,27 sempre ogni 10mila residenti. Ma per capire se sono tanti ( fermo restando che anche uno è troppo) una comparazione con le province più colpite dalle rapine  dentro le mura domestiche è senz’altro utile. Al primo posto forse un po’ a sorpresa, troviamo secondo le cifre, la Valle d’Aosta con 12,2 furti ogni 10mila cittadini. Segue la provincia di Verbano-Cusio-Cussola con 10,65. Abbastanza staccate le province di Lucca (6,73), Cuneo (6,67), Alessandria (6,37)  e Rieti (6,23). Può sembrare strano ma la minor entità di furti in casa sono al Sud. La provincia più tranquilla almeno a leggere i dati, sembra essere. Barletta-Andria-Trani con 0,94 ogni 10mial abitanti. Segue poi Caserta (1,05) e Napoli con 1,10. Il sospetto però è che in questi casi incida molto la riluttanza ad recarsi da Polizia e Carabinieri a denunciare il furto; per omertà, per paura o forse per mancanza di fiducia a una rapida risoluzione del reato da parte delle autorità.

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net