domenica, Gennaio 24, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Fake Off Press – Spaziali, Poliedrici, Multiforme: nasce una nuova casa editrice

Fake Off Press – Spaziali, Poliedrici, Multiforme: nasce una nuova casa editrice

Nasce una nuova e piccola casa editrice: La fake off press. Il lavoro è ispirato alle non logiche del surrealismo, ai modelli interattivi del dadaismo e alla dinamicità del situazionismo. L’obbiettivo è quello di creare una nuova avanguardia artistica Italiana e di poter comunicare e trasmettere la bellezza universale attraverso nuove e spericolate forme di scrittura, musica e grafica.

La Fake Off Press si occuperà della produzione di materiale esclusivamente non convenzionale: Esperimenti di scrittura surrealista, brevi sceneggiature, scrittura zen, poesie, giornalismo spericolato, occultismo,  stramba narrativa e pornografia, oltre a musica sperimentale, cortometraggi ed arte grafica contemporanea. Il compito che ci siamo posti è senza alcun dubbio velleitario e presuntuoso: Migliorare l’esistenza della razza umana e favorirne l’evoluzione attraverso i nostri supporti multimediali (Libri, dischi, cassette, cd , dvd, pagina fake-book e un giornalino).

Tutto il materiale proposto dalla Fake Off Press Giornale uscirà sottoforma anonima o con pseudonimo. Nelle pubblicazioni ufficiali, invece, questa scelta sarà a discrezione dell’autore. L’anonimato (per noi) è una condizione necessaria per dar risalto al contenuto, per preservalo da inconsapevoli pregiudizi e vizi di forma ma  soprattutto per fornire la giusta privacy a chi lo ha elaborato.

Tutto ciò che produciamo è autofinanziato e venduto a prezzi bassissimi (per il recupero spese e per favorirne la distribuzione).

Produzioni:

Vasi di cristallo su comodini sbilenchi – Tarou Yamada – Book (VM18)

Vasi di cristallo su comodini sbilenchi è un esperimento di scrittura surrealista o come meglio preferisce definire l’autore: una “Cacofonia letteraria nonsense sulla fugacità e la fragilità degli umanoidi di carne”. Il filo conduttore è una strage che nasce (dalla vanità, dalla superbia, dall’alienazione) dall’assoluta imprevedibilità della follia: Un uomo qualsiasi, in un giorno qualsiasi in una città qualsiasi…..

La vera centralità del testo però risiede nella danneggiata spina dorsale: ruvide schegge memoniche e frantumate riflessioni di vertebre piegate che si manifestano con le parole scannerizzate di cinici e fragili Borderline.

Yamada tocca i temi dell’esistenza in maniera ingenuamente estrema e contemporanea. Nella sua ricetta riversa un urgente sintesi, un divertente montaggio cut-up, una privazione della struttura logica (convenzionale) e una scrittura profondamente evocativa (visivamente).

Tarou Yamada è un artista dell’underground Giapponese: Pittore, poeta di urban rhymes, esponente del collettivo DaDaDrOmE e fondatore del movimento Porno-Pop-Culture Nipponico.

Vasi di Cristallo su comodini sbilenchi è stato scritto dall’autore durante un periodo di detenzione nella casa circondariale di Tokyo (I motivi del suo arresto ci restano oscuri). Per sua volontà questa piccola opera sarà edita solo in Italia.

Edizione limitata a 100 copie

 

S/T – Liberate Il Kraken – Cassetta  (VM18)

Liberate il Kraken è un collettivo che ospita le più bizzarre figure dell’underground musicale e sperimentale Italiano. Il progetto nasce dal concetto Freudiano che i sogni procedono con la stessa logica con cui un uomo, senza cognizione musicale, suonerebbe un piano. Sulla base di ciò il collettivo si è dato l’obiettivo di creare il suono onirico, utilizzando “non musicisti”, una chitarra elettrica ed una tastiera Casio. Il risultato che ne è uscito fuori è sorprendente: Musica ad 8 bit per ristorante Cinese o più semplicemente “Arcade-psichedelia”.

Edizione limitatissima a 30 copie

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *