domenica, Novembre 29, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “SHERLOCK HOLMES” giovedì 7 novembre 2019

Il film consigliato stasera in TV: “SHERLOCK HOLMES” giovedì 7 novembre 2019

Il film consigliato stasera in TV: “SHERLOCK HOLMES” giovedì 7 novembre 2019 alle 21:20 su ITALIA 1 Sherlock Holmes 2009.jpg
Sherlock Holmes è un film del 2009 diretto da Guy Ritchie, interpretato da Robert Downey Jr. nel ruolo dell’investigatore Sherlock Holmes e da Jude Law nella parte del dottor Watson. La sceneggiatura è tratta dal fumetto scritto appositamente da Lionel Wigram e ispirata ai romanzi dell’autore scozzese Sir Arthur Conan Doyle. Nel 2011 è uscito nelle sale cinematografiche il sequelSherlock Holmes – Gioco di ombre. Sherlock Holmes, il più grande investigatore del Regno Unito, e il suo collega, il dottor Watson, interrompono un rito di magia nera, che sarebbe dovuto terminare con il sacrificio di una giovane donna. Il celebrante si scopre essere Lord Blackwood, che già aveva ucciso cinque ragazze allo stesso modo. Blackwood viene dunque arrestato, imprigionato e condannato a morte per impiccagione. Tre mesi dopo lo stesso Blackwood, dopo aver maledetto la guardia della sua cella, chiede di poter incontrare Holmes. L’investigatore si presenta nella prigione della città e durante tale incontro Blackwood, riferendosi a forze diaboliche, profetizza il proprio ritorno dall’aldilà. Tuttavia l’impiccagione ha luogo e Watson, il medico di turno all’esecuzione, constata il definitivo decesso di Lord Blackwood. Intanto, Holmes incontra nel suo alloggio Irene Adler, una ladra bella e furba che ha avuto in passato una relazione con il detective. La donna gli chiede di investigare su Blackwood, ma lo stesso Holmes scopre che Irene sta lavorando per qualcuno dalle intenzioni malvagie. Proprio il giorno seguente, al cimitero della città, la tomba di Blackwood viene trovata scoperchiata e il custode sostiene di aver visto Blackwood stesso alzarsi dalla tomba. La bara è invece occupata dal cadavere di un altro individuo di nome Riordon, un uomo nano, conoscente della Adler. Blackwood pare quindi essere resuscitato come aveva predetto e il fatto getta nel panico la città. Holmes e Watson cominciano quindi la loro indagine nel laboratorio di Riordon, dove scoprono che il nano lavorava a progetti avanzati per lo stesso Blackwood. Tuttavia sul luogo giungono tre uomini per appiccare un incendio e sbarazzarsi di prove effettive sul conto di Riordon. Holmes e Watson combattono per evitare che tutto venga cancellato dalle fiamme e alla fine mettono in fuga gli uomini, venendo però messi in prigione in quanto i due hanno messo a soqquadro un cantiere navale durante la lotta, provocando addirittura l’affondamento di una nave in costruzione. La cauzione di Watson viene pagata dalla fidanzata Mary, mentre Holmes viene scarcerato e ingaggiato da Sir Thomas Rotheram, anziano Gran maestro di una potente società segreta ermetica e padre illegittimo di Blackwood, concepito durante un rito sessuale. Rotheram incarica Holmes di fermare Blackwood a tutti i costi, in quanto questi continua a uccidere persone facendo credere all’Inghilterra che le ragioni dei suoi omicidi riguardino la magia. Holmes riceve in dono da Rotheram un libro di pratiche oscure che Blackwood stesso ha letto e utilizzato, cosa che sarà di grande aiuto al detective. Tuttavia la notte Rotheram viene ucciso da Lord Blackwood nella vasca da bagno della sua casa in circostanze misteriose e, all’apparenza, con l’ausilio di poteri sovrannaturali. Holmes, accorso in aiuto della polizia, trova nelle pareti del bagno una stanza segreta che fornisce all’investigatore degli indizi importanti. Dopo Rotheram, viene ucciso anche l’ambasciatore americano, in quanto questi decide di non collaborare ai piani malvagi di Blackwood. Alcuni giorni dopo viene rinvenuto il cadavere di un altro uomo, un operaio di un’industria chimica vicina a un fiume. Holmes e Watson si recano quindi nell’industria in questione dove trovano un altro laboratorio di Riordon, con segni di esperimenti e formule chimiche scritte sui muri. In una stanza dell’edificio Holmes e Watson trovano Irene in imminente pericolo di vita, dato che è stata legata da Blackwood a un congegno per il trattamento e il taglio delle carni dei maiali, ma alla fine la ragazza viene salvata in tempo. Watson si mette quindi alla ricerca di Blackwood, che riesce però a fuggire e, nella corsa al molo per inseguirlo, il dottore attiva involontariamente una serie di bombe che lo feriscono gravemente, risparmiando Holmes e Irene. Quando la polizia arriva sul posto, Sherlock Holmes è costretto a fuggire, in quanto si scopre ricercato. Giorni dopo, quando Watson si riprende, Holmes, Irene e il dottore si ritrovano in una stanza di una locanda e il detective spiega le connessioni tra gli ultimi eventi: il gruppo prevede il luogo dell’ultimo assassinio che Blackwood dovrà compiere per realizzare i suoi piani, ossia il Parlamento di Londra. La polizia irrompe però nel luogo e arresta Holmes, mentre Irene e Watson scappano. Holmes viene condotto nella Casa del Parlamento e qui discorre con il Ministro degli Interni inglese, che tuttavia gli rivela incautamente tutto il piano progettato da Blackwood. Con uno stratagemma Holmes scappa da una finestra e finisce nel fiume Tamigi, dove viene raccolto da Watson e Irene su una barca a vapore. I tre si recano nelle fogne sotto il Parlamento, dove è posizionato un complesso dispositivo chimico e tecnologico che, se azionato, ucciderebbe tutti i membri delle camere del Parlamento tramite l’emissione di gas venefico. Alla fine, i tre riescono a disattivare il congegno, sventando così definitivamente i piani di Blackwood. Mentre Holmes e Watson lottano contro degli uomini a guardia del marchingegno però, Irene preleva due cilindri speciali dalla macchina venendo però inseguita da Holmes e Blackwood. Arrivati sul Tower Bridge ancora in costruzione, Blackwood getta Irene dal ponte ma viene messo all’angolo da Holmes, che rivela di aver capito il piano del nemico. Blackwood ha in realtà utilizzato diversi trucchi e congegni tecnologici per mascherare le sue azioni e far credere al mondo che queste fossero magiche. Dopo una breve lotta, Blackwood precipita dal Tower Bridge e beffardamente rimane proprio impiccato, stavolta morendo realmente. Irene dovrà essere arrestata con l’accusa di furto ma, prima dell’arrivo della polizia, rivela a Holmes che la persona per cui lavora è il Professor Moriarty, un uomo dalle molteplici capacità e, per ingegno, pari allo stesso detective. Holmes però scopre che, durante la fuga della donna, Moriarty ha rubato un altro pezzo della macchina, che varrebbe molto data la tecnologia che contiene, rendendola di fatto inutilizzabile. Proprio durante questo furto, Moriarty uccide una guardia: l’indagine è riaperta. Regia di Guy Ritchie Con: Robert Downey jr. , Jude Law e Rachel Mc Adams Fonte: WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *